Utente 434XXX
Salve a tutti. Come da titolo, e un paio di settimane che mi sembra di non riuscire a respirare bene,tipo come se mi mancasse il fiato. E da ieri sera che o difficoltà nel deglutire. Permettendo che da due anni circa, che mi è stato diagnosticata l ansia. I sintomi erano così brutti da, avere tachicardia tutta la giornata, non deglutivo, avevo dolore agli arti, e al braccio e sensazione di freddo e di caldo. Ho fatto vari controlli alla tiroide, sia esami del sangue ed eco, elettrocardiogramma ecografia e sotto sforzo al cuore, eco all addome e per fortuna non è uscito niente. Proprio per questo problema della respirazione sono andato dal mio medico, mi ha preso pressione e ha sentito il respiro e sua conclusione ho un respiro perfetto. Io penso che comunque quello che o avuto non sia solo ansia. Penso questo perché sono un accanito fumatore, e prendo qualche caffè in più che dovrei prendere. Ora quello che chiedo a voi Dottori, se dovrei fare altri controll o mi sto preoccupando inutilmente?.Un ultima cosa che non ho detto sono in cura farmacologica e vado dalla psicologa. In caso dovrei consultare anche loro? Grazie per l eventuale risposta. Cordiali saluti Orlando.
[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
I disturbi che avverte sono comuni manifestazioni somatiche dell'ansia. Ormai ha fatto tutti gli esami possibili per escludere cause organiche.
Se la terapia farmacologica è rimasta invariata da qualche mese forse il suo psichiatra la potrebbe rivedere, se è all'inizio bisogna attendere che faccia effetto.
Se il fumo è un problema per lei colpevolizzarsi serve solo a fumare di più. Provi a darsi un obiettivo: invece di accendere una sigaretta potrebbe fare qualcosa di piacevole: una passeggiata, andare al cinema o in un altro posto dove non si può fumare, ecc. Per alcune persone è utile un percorso graduale: provare ad accendere la sigaretta più tardi nella giornata, evitare quelle che si fumano per noia, porsi un obiettivo realistico (una-due sigarette di meno al giorno), sempre tenendo conto che al posto delle sigarette bisogna mettere qualcos'altro, che sia di soddisfazione per lei, la paura non funziona come deterrente.
[#2] dopo  
Utente 434XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille per la sua risposta, di seguire i suoi consigli