Utente 910XXX
Buona sera,
mio padre ha 74 anni ha eseguito un'angio-tac aorto-iliaca.il referto è il seguente:
l'esame è stato eseguito con tecnica spirale multistrato.con somministrazione di mdc.L'aorta addominale,subito caudalmente all'origine della a renale inferiore sinistra,mostra diametro di circa 29 mm,deposizione trombotica a semiluna sulla sua parete postero-laterale sinistra,ulcerata;a questo livello il profilo esterno della placca mostra una focale estroflessione;subito caudalmente l'aorta presenta dilatazione aneurismatica,con deposizione trombotica sul suo profilo sinistro,del diametro max di circa 4 cm e diametro del lume pervio di circa 3 cm che termina a ridosso del carrefour;diametro delle aa iliache di circa 12 mm.Pervi i principali rami della aorta addominale e gli assi iliaco-femoro-poplitei.Calcificazioni ateromasiche parietali si apprezzano specie a livello aorto-iliaco.Vorrei sapere cortesemente se voi consigliate l'intervento e se si quali sono i rischi correlati.
La ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
potrebbe essere il momento di portare, non solo le radiografie ma anche suo padre, da un chirurgo vascolare per poter decidere se è presente l'indicazione al trattamento. il trattamento potrebbe essere o angioradiologico o un intervento chirurgico tradizionale. i rischi sono sia quelli relativi ad un intervento chirurgico in relazione alle condizioni generali e disturbi e malattie acquisiti con l'età, sia quelli specifici all'intervento. le consiglio quindi vivamente di rivolgersi ad un chirurgo vascolare.
auguri
marco catani