Utente 377XXX
Buongiorno, da circa 2 mesi e mezzo ho avuto un piccolo infortunio, in sostanza per non cadere dalla moto che pesa circa 230 km mi sono aggrappato al manubrio e ho sforzato tenendola su con il polso sx e facendo una rotazione, in pratica ho sforzato il polso girando la mano verso l'interno. Appena sceso dalla moto ho sentito come se i nervi si fossero accavallati e istintivamente ho preso con la mano destra l'avambraccio e ho tirato verso il basso (per aiutarvi a capire meglio l'accaduto), ho subito messo ghiaccio e un tutore elastico che ho utilizzato per circa 10 ore al giorno per un mese e mezzo. Il medico mi ha detto che non ci sono rotture, e mi ha prescritto antidolorifici OKI e crackdol, io ci ho messo pure la pomata volteren. Avverto il dolore nella parte laterale esterna dalla parte del mignolo per intenderci. Nel giro di circa 10 gg. il polso si è sgonfiato, e il dolore era comunque abbastanza forte, solo a muoverlo a riposo era tutto ok. Il dolore e blocco del movimento lo avverto comunque tutt'ora soprattutto alzando l'avambraccio a 90 gradi e ruotando il polso verso l'interno. sento in quel punto un dolorino che fortunatamente si è affievolito notevolmente e anche il movimento ora risulta più fluido e quasi paragonabile all'altro braccio. Il dolore però ogni tanto lo avverto anche a riposo e a nuotare a volte fa male (la restenza dell'acqua), o ad appoggiare il gomito a terra e fare un lieve sforzo, avverto il dolore nella parte laterale esterna dalla parte del mignolo per intenderci. Non ho fatto esami diagnostici credo che non servano se non c'è nulla dirotto, a vedere su internet dovrebbe essere il tendine ulnare infiammato o con tenosinovite, anche in virtù del fatto che il dolore sembrava scemare piano piano non ho effettuato controlli. Vi chiedo quindi se è necessario effettuare una tac e poi una visita specialistica, oppure passare subito a quest'ultima in modo che si riesca a trovare una terapia efficace. Ringrazio per le risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

se si sospetta una lesione dei tessuti molli, l'esame più valido resta la risonanza magnetica. Una tenosinovite (ci credo poco dopo tanto tempo) si evidenzia facilmente con una visita specialistica e viene confermata ecograficamente.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Ringrazio per la risposta, allora escluderebbe una tenosinovite, i tessuti molli sarebbero i muscoli? prenderò allora un appuntamento per fare una rm prima della visita specialistica. Nel caso ci sono esercizi che devo fare? Al momento sto tenendo una pallina in mano e immergo il polso in acqua ghiacciata e poi calda. Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non solo i muscoli, ma anche tendini, capsula, legamenti, ecc.

La pallina è totalmente inutile (a mio parere).
[#4] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Ecco con la risposta della risonanza, ovviamente io non ci capisco nulla, riporto quanto scritto, chiedo agli specialisti se:
1)devo portare tutore
2)fare visita ortopedica specialistica
3) sarà necessaria operazione o sola ingessatura secondo le loro opinioni.
Ringrazio.

l'esame mostra una modificazione di segnale a carico della struttura ossea (sponginosa e in piccola parte della corticale), nella regione epifisaria dell'ulna con marcata irregolarità morfologica e di segnale del processo stloideo che appare distaccato. Alterazione di segnale a livello della capsula laterale e del collaterale ulnare con interessamento del menisco omolgo. La restante componente della fibrocartilagine triangolare non presentano alterazioni. Alterazione dei rapporti articolari radio ulnari con aspetto di lieve sublussazione dorsale dell'ulna per lesione capsulo legamentosa con reazione sinoviale circostante e versamento del recesso radio ulnare. Piccola reazione sinoviale a livello dell'articolazione piramidale pisiforme. I reperti descritti necessitano di correlazione clinica per frattura del processo stiloideo con lesione del collaterale ulnare e della capsula. Lesione capsulo legamentosa dell'articolazione radio ulnare.
[#5] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Sto per prendere appuntamento con un ortopedico specialista della mano, leggendo altri consulti mi pare di capire che forse basta una ingessatura di 20gg dopo una pratica manipolatoria, e la frattura del processo stiloideo, che vedo nella rm la si può lasciare li. Il polso raramente di da dolore, solo se ruoto il braccio all'interno e noto un movimento non del tutto fluido dell'avambraccio. Basta una semplice ingessatura secondo voi? Grazie per l'eventuale risposta.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non credo sia sufficiente il gesso (o il tutore).

Bisogna prima capire esattamente di cosa si tratta....
[#7] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Dott. Leccese la ringrazio, le faccio l'ultima domanda prima della visita, son passati quasi 3 mesi dall'infortunio, lei crede (per motivi di lavoro) che aspettare settembre per procedere alla cura sia nocivo o posso aspettare?
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Per poter essere preciso dovrei conoscere dettagli che non ho.... comunque le suggerisco una condotta prudente, fino al chiarimento da parte del Collega.