Utente 455XXX
Salve, soffro di iperidrosi facciale da circa 5 anni, durante i quali ho sofferto parecchio.
Evito di uscire durante il giorno e ultimamente nei mesi più caldi anche di sera.
Evito anche il contatto con le altre persone (ma solo quando sono già sudato, cosa che comunque capita di frequente).

La fronte e la testa sono le zone più colpite, in viso gocciolo, mentre i capelli diventano subito bagnati specialmente ai lati e nella nuca,
in seguito si manifesta anche nella schiena e nel petto(giocando a calcio la maglietta si inzuppa totalmete, infatti ho smesso).
la sudorazione ascellare è normale (ho notato un aumento solo durante lo svolgimento di qualche esame orale all'università)
sudorazione a mani e piedi abbastanza normale.

l'iperidrosi si manifesta in diverse occasioni:
- quando la temperatura esterna è elevata (già sopra i 25 gradi)
- quando il tasso di umidità è elevato.
- in inverno, quando passo da un ambiente freddo e ventilato ad uno chiuso.
- quando mi espongo ai raggi solari (anche di inverno).
- se compio esercizio fisico, in seguito al minimo sforzo inizio a "grondare"
- dopo che faccio la doccia, infatti soprattutto nel periodo estivo dopo il bagno vado a rilassarmi in terrazza per evitare di sudare immediatamente (inoltre, dopo essermi lavato, le orecchie mi diventano calde e di un colorito rosso acceso)
- quando indosso alcune magliette a collo troppo stretto o polo a collo alto.
- nei luoghi chiusi, soprattutto in estate a temperature abbastanza normali 20/25 gradi
- in seguito ad eventi che potrebbero comportare in me ansia ( anche se di solito l'ansia è la conseguenza dell'iperidrosi secondo me, perchè fino a quando non inizio a sudare sono molto sciolto e disinvolto, ma quando sento la prima goccia di sudore scendere giù per la fronte è un casino, non riesco più a fermarmi e inizio a provare imbarazzo).

ecco alcune informazioni che potrebbero essere utili:
- Ho recentemente effettuato delle analisi del sangue per verificare i livelli degli ormoni tiroidei e del TSH, ma risultano nella norma.
- soffro di Ipertrofia dei turbinati (cause vasomotorie), a Ottobre dovrei operarmi.
- A circa 11 anni sono stato operato a causa di un'appendicite, con asportazione di essa. Ho avuto un piccolo problema con i punti, mi sono rimasti 2 pezzi di filo in pancia, infatti tutt'ora si vedono 2 puntini neri, se li schiaccio(come faccio di solito per i brufoli) esce una sostanza giallina con la punta nera abbastanza puzzolente e quasi solida.
- In inverno ho un colorito pallido in viso (infatti tutti me lo ripetono), a parte le orecchie che diventano spesso rosse (immaginate il contrasto).
- la mia temperatura corporea normalmente è di 35,7 C°.

mi scuso se mi sono dilungato troppo, ma ho cercato di dare il maggior numero possibile di informazioni.
spero possiate aiutarmi a capire almeno se soffro di qualche patologia specifica o se sono io ad essere esagerato (come mi ripetono i miei familiari).
Grazie per l'attenzione
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, dovrebbe fare una visita da uno specialista della sua città. Si può valutare eventualmente l'utilizzo della tossina botulinica.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
salve dottore, grazie per la risposta.
purtroppo non ho idea a chi rivolgermi, saprebbe consigliarmi qualche suo collega qui in sicilia?
oppure dovrei andare a chiedere a un "qualunque" specialista in chirurgia plastica ed estetica?
[#3] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, cerchi sul sito della SICPRE (società italiana di Chirurgia Plastica, ricostruttiva ed Estetica).
cordiali saluti