Utente 385XXX

Gentili Dottori - mio marito e diabetico tipo 2 da quasi 13 anni. Dopo un periodo di stress molto elevato durato circa due mesi, durante il quale il diabete e stato molto mal controllato, ha accusato diversi disturbi: diarrea immediatamente dopo i pasti, occhi rossi e gonfi, insonnia ed altro.

Un controllo medico ha mostrato un diabete scompensato con altissimi livelli glicemici e colesterolo. Il suo medico- premetto che vivendo all'estero ci curiamo in Tailandia - gli ha raccomandato, oltre alla Metformina 2 volte al di che prendre da 13 anni, un protocollo alternativo: olio di curcuma, compresse di spirulina e compresse di clorella due volte al di.

Gli ha ordinato una dieta moderatamente paleo, con molti grassi buoni (cocco, cioccolato 100%, avocado, noci e semi oleosi), niente latticini, carboidrati senza glutine (quinoa, orzo, grano saraceno).

Dopo 9 mesi, mio marito ha perso quasi nove kgs ed ha una glicemia a digiuno fra 85 e 120 massimo (a meno che la sera non esageri - ma anche in quel caso la glicemia torna sotto controllo nel giro di un giorno o due). Senza contare che dorme - tranne in periodi di stress - non ha piu problemi agli occhi ne all'intestino

Sulla base di quanto sopra, vorrei chiedere se un periodo di digiuno terapeutico (abbiamo prenotato 3 settimane presso la clinica Buchinger Wilhelmi in Germania dove fara nuovamente tutti i controlli di laboratorio necessari al caso) potrebbe giovargli ulteriormemte.

Infine, il medico gli parlo' di un rimedio Ayurvedico Ginemna Sylvestris: e efficace? Dove si puo trovare in Italia e come dovrebbe essere preso?

Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr.ssa Miriam Carta
24% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
oggi disponiamo di diversi studi scientifici che dimostrano l’efficacia del digiuno terapeutico, ma in presenza di diabete il piano alimentare deve essere strettamente monitorato da un medico (importante che il soggetto non sia sottoposto a regimi dietetici drastici che possano provocare uno stress in grado di influenzare negativamente la glicemia, quindi affidatevi soltanto a medici esperti). Mi compiaccio per come è riuscito a compensare il suo diabete curando l’alimentazione. Molti pazienti e purtroppo anche molti colleghi medici ignorano l’importanza fondamentale dell’alimentazione in queste patologie che proprio da uno scorretto stile alimentare, e di vita in generale, sono causate. Io continuerei sulla stessa strada magari riducendo di tanto in tanto il quantitativo calorico (sempre sotto controllo medico) piuttosto che scegliere il digiuno totale che nel diabetico, come poc’anzi detto, non è, in generale, indicato.
Non ho esperienza relativamente al rimedio che cita anche se sembra non vi siano particolari controindicazioni nell’assumerlo. Ricordi comunque che anche l’assunzione di un integratore, specie in presenza di patologie come il diabete mellito, deve essere monitorata da un medico (attenzione al rischio di ipoglicemia!). Le segnalo inoltre che l’agopuntura e l’omotossicologia sono molto efficaci, insieme alla corretta alimentazione, nello stabilizzare i livelli glicemici (controllate sempre che i medici a cui vi rivolgete siano iscritti negli appositi registri).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottoressa - la ringrazio per la Sua cortese risposta e mi scuso per la mia cosi tardiva.

Vorrei dare un seguito a quanto da me scritto sopra piu di un mese fa.

Mio marito ha appena ultimato un digiuno terapeutico (250 kcal al giorno) durato 15 giorni e comincia a rialimentarsi introducendo con attenzione gli alimenti (e al terzo giorno di refeeding). All'inizio del digiuno, il bilancio sanguigno ha dato risultati piuttosto sorprendenti. In breve, colesterolo da 250 a 205 (senza statine), glicemia a digiuno da 180 a 93 e media su tre mesi da 10 a 5.5. Il medico - molto sorpreso - gli ha fatto fare questa mattina un test di glucosio (750 ml presi oralmente): dopo un'ora la glicemia era a 300; dopo due ore, la glicemia era a 135.

Non abbiamo ancora incontrato il medico - ma a me questo risultato sembra stranissimo: mio marito e diabetico da 13 anni - 135 e nella normalita, o mi sbaglio? Che cosa ne pensa?

Cordialemente.
[#3] dopo  
Dr.ssa Miriam Carta
24% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2017
Gentile Signora,
135 mg/dl due ore dopo il carico glucidico è un valore di glicemia normale, ma non posso approvare un taglio calorico così drastico per un periodo tanto lungo, specie in un diabetico. Io sono favorevole al digiuno terapeutico sulla base delle pubblicazioni scientifiche disponibili, ma non è da intendere nel modo in cui lo hanno proposto a voi per gli effetti negativi che si potrebbero avere anche nel lungo termine. La vostra tenacia nel ricercare rimedi efficaci per un problema di salute che la medicina convenzionale definisce inguaribile, è positiva e da apprezzare, sono io la prima a studiare sempre ulteriori strumenti di cura da offrire ai miei pazienti, tuttavia questa ricerca non deve portare a scelte che possono risultare nocive per la salute.
Vi invito ancora alla prudenza.