Utente 918XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 25 anni e nel settembre 2006 ho subito un intervento di sostituzione di valvola aortica. Ho scelto una valvola di tipo biologico e per il momento facendo l'ecocardiogramma tutto sembra procedere bene. Però il dover subire l'intervento una seconda volta è una realtà che vivo giorno dopo giorno e avrei alcune domande da porvi:
1) ho letto di nuovo tecniche di cambio di valvola senza apertura dello sterno ma è possibile effettuarlo anche su pazienti che hanno già subito una volta l'intervento?
2) io a distanza di tempo sono ancora sottoposta a cura anticoagulante, ma il farmaco che prendo è uno dei più leggeri è giusto continuare?
3) quando mi sono sottoposta ad intervento mi hanno consiglito una biologica perchè la meccanica da più problemi in caso di gravidanza:è vero?
4) di recente ho beccato una brutta influenza ed ho avuto i globuli bianchi a 20,59*1000/uL ma ora stanno scendendo, con valori così alti sono a rischio?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, non si è ben spiegata, perchè dovrebbe cambiare valvola una seconda volta? Quale'è il farmaco anticoagulante "leggero" che utilizza?
La scelta di una protesi biologica è quella più giusta per la sua età, per il diverso tipo di approccio terapeutico e di certo anche per future gravidanze non complicate.
Cordialmente,