Utente 455XXX
Salve, sono una donna di 37 anni e dovrò a breve sottopormi ad intervento di protesi totale d’anca. Vi scrivo per rivolgervi una domanda che forse sembrerà frivola e di scarsa importanza rispetto al mio problema, ma purtroppo la questione ha per me un’importanza enorme da un punto di vista psicologico. Da oltre 15 anni, per problemi sui quali non sto a dilungarmi, ho perso i capelli ed indosso una parrucca, della quale nessuno, tranne i miei genitori, è a conoscenza. Per quanto possa sembrare frivola, la perdita dei capelli è stata per me talmente scioccante che mi ha portato alla soglia della depressione, affrontata poi nel tempo, ma tuttora è per me inconcepibile farmi vedere da chiunque senza parrucca.

So che in sala operatoria generalmente non è consentito mantenere questi accessori, ma volevo sapere se, con opportune precauzioni (come quella di applicare la parrucca prima di andare in ospedale con idrobende medicali acquistate in farmacia e sanificarla a lungo in amuchina o altro prodotto ancora più specifico) fosse invece possibile mantenerla senza prendersi grossi rischi. So che i rischi sono soprattutto batterici, infezioni insomma, ma nella mia ignoranza (di cui mi scuso) penso anche che sanificandola opportunamente non dovrei avere in testa una situazione tanto peggiore rispetto a quella di una persona normale che certamente va in ospedale senza disinfettarsi il cuoio capelluto.

Purtroppo non sono parrucche che possono essere tolte e messe in modo semplice e veloce, servono almeno 2 ore e un’attenzione che non potrò avere dopo l’intervento, quando tra l’altro sarò certamente circondata da parenti e amici, per cui l’ipotesi di toglierla prima di entrare e rimetterla subito dopo non è realistica, se sarò costretta a toglierla credo che inevitabilmente verrò vista da tutti i conoscenti in quella condizione. Inoltre verrò operata in un ospedale in cui conosco personalmente sia un medico che alcune infermiere di reparto, per cui spero che possiate capire il mio estremo imbarazzo.

Mi rendo conto che non possiate darmi una risposta ufficiale e che per un medico sia sempre corretto stare dalla parte del sicuro ed escludere ogni potenziale fattore di rischio, ma spero possiate darmi un consiglio considerando anche il fatto che l’alternativa a questo rischio ipotetico sarebbe per me un altro forte e sicuro trauma psicologico, di cui sono terrorizzata.

Mi scuso per il quesito e vi ringrazio molto.
[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
12% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Buon giorno, innanzi tutto comprendo il suo problema e non ritengo affatto che sia frivolo, ma la questione da dipanare non è legata alle possibili infezioni se una parrucca entra in sala operatoria, perchè come Lei ben dice il cuoio capelluto ed i capelli delle persone che vengono operate non è sterile tant'è che si indossano dei cappellini a protezione.
La questione è diversa: si vieta l'ingresso in Sala Operatoria di tutto quello che sia sintetico
e/o metallico per motivi di sicurezza legati all'uso del bisturi elettrico. Lei deve trovarsi un complice nel chirurgo e nell'anestesista (ovviamente in merito legati al segreto professionale) solo loro possono trovare una soluzione.
All'anestesista inoltre non può tacere questo elemento così importante della sua anamnesi medica.
Spero di essere stata esaustiva, cordiali saluti.