Utente 430XXX
Gentili dottori, oggi è il quarto giorno che soffro per dolori continui iniziati all'improvviso una mattina, nella zona dell'appendicite irradiandosi in tutto il fianco destro e zona rene, anche al tatto, leggera febbre (37,7) scesa da sola và e viene, un po' di nausea, feci più dure, poco e altalenante bruciore durante la minzione, mal di testa non continuo e sopratutto tensione e fitte più forti ogni qual volta mi muova "tipo facecendo il movimento di tensione che si fa per gli addominali" o solo passare da seduta a sdraiata o piegandosi per toccarsi i piedi. Non tende a migliorare ma si acutizza maggiormente al fianco col muovermi. Aggiungo che la mia alimentazione è sana e regolare, bevo due litri d'acqua al giorno, sport, ho 21 anni e sono una ragazza. Il ciclo è regolare ed è la prima volta che mi succede questo. Vi ringrazio sinceramente in anticipo per dedicare il vostro tempo leggendo e spero dandomi delucidazioni. Saluti
[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina il consiglio più ovvio è che lei si faccia vedere dal medico, specialmente perchè assieme al dolore ha anche febbricola. I sintomi che lei accusa possono orientare per una appendicite acuta od anche per una colica renale. Non ha detto se deve urinare spesso e se ha bruciore all'uretra quando urina. In questo caso potrebbe essere una colica renale dovuta a eccessiva sudorazione e disidratazione che ha favorito una cistite. Comunque sia è meglio che si faccia vedere dal medico per evitare rischi maggiori. Mi faccia sapere. Cari saluti
gerunda
[#2] dopo  
Utente 430XXX

Iscritto dal 2016
Gentile professore Gerunda la ringrazio per avermi risposto e in breve tempo. Per quanto riguarda il bruciore nell'urinare in realtà è molto leggero e non continuo. Ho avuto la cistite anni fa e non è minimamente paragonabile. Anche la disidratazione la escluderei perchè come ho detto bevo parecchio e sudo poco, l'appendicite acuta poi sò dia anche vomito e un dolore più forte del mio. Non è facile spiegarmi virtualmente ma aumenta come ho scritto, di più quando è in tensione e "tira" se non fosse per la nausea, il dolore, seppur non fortissimo, all'appendice, le feci cambiate e la febbricciola, sembrerebbe quasi muscolare! cioè, sento che è interno e non lombare o addominale, ma è come se fosse un nervo e sò che non sono questi i termini giusti.. Ma quello a cui non arrivo è il muovermi e sentire più male. Anche da sdraiata se tiro sù le gamba destra, in quel fianco è come se mi avessero dato un pugno o ci fosse una "stringa" in tensione. Il gonfiore è minino e anche la nasuea non è proprio da me, non soffrendone mai in generale.
Non vorrei essere tediante e di sicuro dovesse continuare andrò dal medico, ma solo essere precisa per farmi consigliare al meglio. Vi rigranzio nuovamente
Distinti Saluti
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina vada dal medico che è meglio, non perda tempo a fare autodiagnosi. Cari saluti
gerunda