tac  
 
Utente 456XXX
Buongiorno,
vorrei cortesemente un parere riguardo ad un problema che sembra non trovare soluzione. Mio padre, 59 anni, non beve e non fuma, ha eseguito circa 15 giorni fa gli esami del sangue poichè lamentava prurito su tutto il corpo, sclera gialla e peso in calo (circa 8kg). La analisi hanno evidenziato bilirubina alta a 7 (diretta 5,6, indiretta 1,4) - trigliceridi 541 - transaminasi got 107 - transaminasi gpt 109 - gamma gt 728 - fosfatasi alcalina 675. Marcatori tumorali negativi, epatiti A - B - C negative ed emocromo nella norma (compresi globuli bianchi). Ha eseguito la sera un'eco addominale dove è stato evidenziato un coledoco dilatato e una milza di 15 (pancreas non visibile), polipetto sessile di 5mm nella colecisti e bile densa. L'indomani ha eseguito nuovamente l'eco, il coledoco è tornato nella norma e il pancreas risulta essere regolare. In altre analisi (a 3 giorni dalla prima), mononucleosi negativa e ca 19-9 a 130. Dopo 3 giorni in ospedale hanno eseguito le analisi nuovamente, confermati pressocchè tutti i valori (bilirubina diretta in leggero aumento, circa 7). Terapia: 1 bustina di questruan 4g. Dopo 3 giorni è stata eseguita una tac con esito negativo e i valori della bilirubina diretta erano a 7.7 mentre gammagt a sceso a 297 - fosfatasi alcalina 493 ed emocromo nella norma. Terapia: 2 bustine di questruan 4g e 1 pillola di deursil 450mg. Dopo 3 giorni nelle ulteriori analisi bilirubina diretta 10.88 - indiretta 2.95 (era sempre stata intorno a 1.2) gammagt 245 - fosfatasi alcalina 490.
Secondo Lei, qual è la diagnosi? I medici non ne hanno ancora data una.
Grazie.
[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina innanzi tutto sarebbe utile eseguire una TAC con mezzo di contrasto per vedere realmente cosa c'è a livello della porzione terminale della via biliare che può ostacolare il deflusso della bile. C'è il dato della bilirubina che è elevata, mentre gli altri enzimi (transaminasi, Fosfatasi alcalina e GGT e Ca19-9) non lo sono più di tanto e quindi non ci sta molto con un ostacolo meccanico. Sembra più una infiammazione. Comunque è da indagare con attenzione e eventualmente si può eseguire una ecoendoscopia a livello bilio duodenale per valutare con più precisione quella zona a rischio e se tutto è negativo effettuare eventualmente una biopsia del fegato. Mi faccia sapere. cari saluti Gerunda
[#2] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno Dottore, grazie per la risposta. La tc è stata eseguita con mezzo di contrasto ed è negativa.
Nel frattempo i medici hanno eseguito una colangio rm dalla quale si è evidenziato un restringimento nella parte finale del coledoco. E' stata effettuata ieri pomeriggio una ercp dove hanno tolto totalmente la tumefazione vicino la papilla di Vater, spazzolato la zona ed inserito una protesi.
Ieri mattina la bilirubina era a 12, stamattina a 15, gli altri valori sono in discesa. I medici sono tranquilli e dicono che può essere dovuto ad uno stress del corpo dopo l'ercp.
Adesso attendiamo l'esito dell'istologico e domani gli esami del sangue.
Che ne pensa?
Grazie
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina a quanto pare come rea verosimile esiste un ampulloma (ovvero un ingrandimento benigno o maligno della papilla di vater) che è stato asportato ed hanno messo una protesi a protezione del flusso biliare. In questo momento c'è ovviamente una infiammazione dove è stato asportato l'ampulloma, ma la protesi dovrebbe permettere nell'arco di pochi giorni una normalizzazione degli esami (bilirubina etc). Il fatto che oggi la bilirubina sia aumetata non vuol dire niente perchè è una sostanza che si accumula nel sangue e scende lentamente. Quindi domani si dovrebbe cominciare a vedere una riduzione dei valori e comunque non un ulteriore aumento. Se così non accade vuol dire che è presente ancora una ostruzione nonostante la protesi. ovviamente si dovrà attendere l'esame istologico per capire la natura della lesione.
cari saluti
Gerunda
[#4] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno Dott. Gerunda,

La aggiorno.
Lunedì mio padre è stato ricoverato urgentemente con emoglobina circa 6.5 e bilirubina circa 17. Sono state fatte delle trasfusioni e, mediante ERCP, è stata riparata un'emorragia digestiva dalla breccia sfinterotomica.

Martedì i valori dell'emoglobina sono di 7.9 circa e la bilirubina 15.
Mercoledì emoglobina 8.1 e bilirubina 12.
Oggi emoglobina 8.1 e bilirubina 15, e mio padre è stato dimesso.

Siamo ancora in attesa di referto dell'istologico e citologico della tumefazione asportata.

Cosa sta succedendo?
[#5] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina sta succedendo che il papà forse per effetto delle bilirubina elevata da giorni coagula meno del solito e quindi ha sanguinato dalla ferita conseguente alla asportazione dell'ampulloma. La bilirubina non scenderà del tutto finchè non smette di sanguinare (il sangue nell'intestino fa aumentare la bilirubina ). L'esame istologico richiede mediamente 10-15 giorni a seconda dei tempi dell'anatomia patologica locale e quindi deve ancora attendere l'esiti qualche giorno. Parli con il medico perchè bisogna controlla re la capacità coagulativa del papà (tempo di Quick -INR) per vedere se è necessario fare delle iniezioni di vit. K , perchè quando la bilirubina è alta questa vitamina non viene assorbita e il sangue coagula meno. cari saluti
Gerunda