Utente 456XXX
Buongiorno,espongo subito il mio caso.Lunedì 10 luglio scorso (5 giorni fa)sono stata operata in laparoscopia di colecistectomia in seguito a dolori persistenti al fianco destro che non mi permettevano di respirare a fondo nonché per la presenza di calcoli (5 di cui 2 superiori a un centimetro)Sono stata dimessa dopo 2 giorni ma già da subito dopo l'intervento a parte l'addome molto gonfio ho avvertito un dolore intenso durante lo sforzo di alzarmi o di rimettermi supina, sul lato sinistro dell'addome,in corrispondenza di uno dei fori praticati per l'intervento.Il dolore permane ancora oggi ma ciò che mi preoccupa di più è una protuberanza dura e dolorante visibile soprattutto quando sono in piedi sempre nella stessa zona.Ieri sono andata al 1°controllo e l infermiera che ha fatto la medicazione ha detto che poteva essere conseguenza di un punto troppo stretto.Gentilmente vi chiedo : è normale tutto ciò?Devo preoccuparmi?Mercoledì 19 devo togliere i punti ,ma nel frattempo sono in ansia oltre che esausta per questo dolore anomalo.Ringrazio in anticipo per chi vorrà rispondermi

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Ferrara
28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Buongiorno,

è possibile che si sia formato un piccolo ematoma sottocutaneo nella zona della cicatrice chirurgica. Le consiglio di far presente questa cosa al prossimo controllo.

Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dottore per la solerte risposta.Mi permetto di chiederle ancora,nel caso di ematoma che comunque non è visibile esternamente se non come rigonfiamento turgido,lei cosa consiglierebbe di fare?
[#3] dopo  
Dr. Francesco Ferrara
28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Nulla di particolare, se è un ematoma e non aumenta di volume, si riassorbirá lentamente.
[#4] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2017
Mille grazie.Approfitto della sua disponibilità per chiederle un ulteriore consulto.Ho fatto questo intervento in seguito a un dolore al fianco destro che aumentava durante la respirazione al punto di prendere continuamente antinfiammatori (15-20 giorni di voltaren a volte anche mattino e sera)Il chirurgo che mi ha operato mi ha avvisata che questo dolore poteva anche non dipendere dai calcoli,ma che comunque andava tolta.Ebbene da circa due giorni è ritornato questo dolore che non mi permette neanche di respirare oltre ai dolori post intervento e ho ricominciato con gli antinfiammatori (ketoprofene)che danno solo un sollievo momentaneo.Le chiedo se non è il caso di fare ulteriori accertamenti se si ,quali.Aggiungo che mi sento piena di aria fin dietro le spalle (potrebbe dipendere da ciò il dolore?)La saluto cordialmente e ancora grazie!
[#5] dopo  
Dr. Francesco Ferrara
28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Non è questa la sede adatta per prescrivere accertamenti diagnostici. Le consiglio di farsi visitare dal suo medico o dal chirurgo che l'ha operata che sicuramente la sapranno indirizzare verso la strada giusta. Le sconsiglio di continuare ad utilizzare antinfiammatori di continuo che a lungo andare potrebbero portare a complicanze come la gastrite o ulcera gastro-duodenale.

Cordialmente,
[#6] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2017
Grazie miĺle Dott. FERRARA seguirò il suo consiglio,intanto su consiglio del farmacista ho cominciato a prendere mylicongas e già stasera sento meno tensione in tutto il corpo e il dolore va meglio.Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Francesco Ferrara
28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2017
Prego si figuri.