Utente 295XXX
Gentile dott.,
L’anno scorso (settembre 2016) ho fatto un intervento di calazio alla palpebra superiore dell’occhio sinistro, c’è da premettere che prima dell’intervento ho avuto il calazio per almeno 6 o 7 mesi, cercandolo di curare con impacchi di acqua calda, ma non ho ottenuto nessun risultato quindi ricorsi all’intervento chirurgico.
Ora sono passati circa 12 mesi e noto 2 problematiche, la prima è che avverto (non sempre) un fastidio (non dolore) come se sulla palpebra interessata si ci sia qualcosa che di istinto mi viene da strofinarmi gli occhi per cercare di pulire la parte esteriore della palpebra ma che poi non c’è nulla, la seconda problematica è il calo, se pur millimetrico della palpebra quando guardo verso il basso.
Altro dato che forse le può essere utili per capire meglio lo stato della palpebra è che la palpebra operata è lievemente più gonfia dell’altra palpebra
Mi domandavo se è normale, quindi devo abituarmi a conviverci con il fatto che abbassando lo sguardo abbia questa millimetrica differenza di palpebra più chiusa rispetto all’altro occhio sano e in oltre se questo fastidio che avverto non è altro che una palpebra più spessa dovuta all’intervento e che quindi fa più attrito e pressione su di essa quando si apre e si chiude.
Giusto a titolo informativo ho prenotato la visita dal mio medico di famiglia il quale mi indirizzerà dallo specialista.
La ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
1)penso che sia utile migliorare l’igiene oculare e perioculare


2)controllare la dieta (colesterolo?)

le consiglio oltre a una visita oculistica anche una

neurologica
(miastenia?)

controlliamo tutto e’ meglio

lei e’ giovane

ma sono disturbi che vanno approfonditi




MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico di base curante. I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione. Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online.
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr. Marino,
la ringrazio per la sua cortese risposta, in effetti l'alimentazione era qualcosa che da tempo non scartavo come ipotesi ma focalizzando i miei problemi solo esclusivamente dovuti all'intervento chirurgico del calazio non consideravo il colesterolo come possibile causa o la miastenia e aggiungo che non nascondo (a me stesso) che in questi ultimi 4 o 5 mesi ho avuto una alimentazione non tutta sana ma ricca di cibi calorici e grassi animali.
Come già detto, nell'arco di 2 settimane avrò un appuntamento con il mio medico il quale credo mi indirizzerà dallo specialista.
La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Bene allora



buona domenica