Utente 773XXX
Buonasera, sono una ragazza di 21 anni e da circa un anno soffro di qualche crisi d'ansia. Mi è capitato di sentirmi andare i battiti del cuore alle stelle e oramai ho imparato a convivere con le extrasistole, ma vorrei arrivare velocemente al punto. Essendo ansiosa mi sono sottoposta a molti esami,quali: elettrocardiogramma, holter (durante il quale ho fatto anche attività fisica) ecocardiogramma e tutti i vari esami del sangue necessari. Tutta questa ansia è nata da un semplice aumento del valore di omocisteina per il quale la mia dottoressa di casa nemmeno si è preoccupata, ma avendo letto su internet che può provocare arresto cardiocircolatorio e essendo una totale ignorante in questo campo, può capire la mia reazione. Ammetto che ultimamente non faccio molta attività fisica ed inoltre fumo 4-5 sigarette al giorno (se non meno!). Ho fatto anche una visita cardiologica durante la quale il mio cardiologo ha tentato in tutti i modi di tranquillizarmi, ma essendo una persona timida non sono riuscita a chiedergli quello che volevo sapere, per cui lo chiedo a lei: io ho la possibilità che mi possa prendere un infarto? Qui nella mia città purtroppo ci hanno perso la vita due ragazzi, uno di 15 e una di 25, per cui sono terrorizzata! Mi hanno detto che la mia tarchicardia e le extrasistole sono totalmente benigne, ma ho paura comunque...Spesso la sera mi prendono delle fitte all'altezza dello sterno a intervalli, l'ansia riesce ad arrivare fino a questo punto o devo preoccuparmi?
Grazie in anticipo della risposta e buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'ansia forse è una dei peggiori nemici di noi medici e dell'uomo in genere, perchè ti fa vedere scuro dov'è chiaro, aumenta, ingigantisce fino a far divenire insostenibili sintomi spesso banali, piccoli, insignificanti: ecco, tutto ciò sta accadendo in lei. A 21 anni, cara ragazza, si deve pensare a come affrontare la vita e di certo in maniera positiva e non negativa. Quindi su, forza e coraggio, ognuno di noi ha capacità intellettive di comprendere che alcuni malanni non sono altro che inutili fobie, che spesso ci ossesionano rovinandoci la vita. Proprio perchè ci sono casi "maledettamente" (mi passi il termine) sfortunati, è giusto che se abbiamo avuto il dono di una vita sana, venga goduta e vissuta nel migliore dei modi.
Pertanto, non si preoccupi e vada avanti, le auguro un futuro ricco di buone nuove.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio vivamente della risposta tempestiva e confortante che mi ha dato. Sa, spesso fare certe domande personalmente a delle persone possono far passare da matti, per questo mi sono rivolta a lei. Le auguro un felice Natale e la ringrazio ancora DI CUORE!