Utente 340XXX
Gentili dottori,

Anni addietro (più di 8 anni fa) iniziai a soffrire di dolori/fastidi testicolari al didimo sinistro.
Prima dei 17 anni (non ricordo con precisione l'anno purtroppo) effettuai una ecografia testicolare e risultò tutto a posto a parte un varicocele modestissimo a sx e una ciste molto piccola a dx.
Rassicurato, continuai a vivere la mia vita anche se talvolta questi fastidi si ripresentavano.
Il mio sviluppo fisico mi fece arrivare ad un modesto 1,75 m di altezza. Il pene è cresciuto abbastanza normalmente fino a diventare 18,5 cm in lunghezza, ma la larghezza (circonferenza) invece è rimasta sui 12.5 cm. La massa muscolare invece è aumentata ma non molto, mi ritrovo con gambe scheletriche e a X, e braccia sottilissime; invece il busto negli ultimi anni ha accumulato grasso in zona addominale e pettorale, anche se crescendo avevo sviluppato delle belle spalle larghe e una forma del busto a V.
A 21/22 anni, quindi 2014/2015 dato che i miei dolori al testicolo non cessano e che accuso gonfiore ai capezzoli, decido di fare un altra ecografia. Esito: didimi perfetti, solita ciste e leggero varicocele sx.
Vado avanti e la situazione non migliora, anzi...finisco in terapia psichiatrica per disturbi ansiosi, mi faccio un anno di sertralina ,che poi interrompo. Anche per il resto la situazione è drammatica: oltre ad avere dolori e fastidi al testicolo, inizio ad essere sempre più grasso in zona addominale e pettorale, divento uno schifo, viso magro e sciupato, occhi gonfi e occhiaie,
Ciliegina sulla torta un anno e mezzo fa, in circostanze non chiare, perdo l'udito quasi completamente nell'orecchio dx e mi viene un acufene.

Ed eccoci ad oggi, il testicolo mi da fastido ancora, e spesso il dolore interessa inguine, gamba e regione lombare, è più grosso del dx, sarà poco più grande di una susina; entrambi i testicoli sono duri ma il sx mi da un senso di fastidio e talvolta il vero e proprio dolore sordo sopra descritto.
Quello che mi preoccupa molto, oltre alle problematiche in zona genitale, è ciò che si sta verificando da qualche mese a questa parte: mi sembra come se la forma del mio corpo, muscoli e OSSA comprese, stia cambiando..ho perso larghezza nelle spalle, mi sembra di avere i fianchi più larghi, il viso è diventato strano, il naso e la mascella stanno cambiando, sto diventando sempre più scheletrico soprattutto agli arti, addome spesso gonfio, seno ingrossato e fastidio in zona pettorale, inoltre da un mese circa il capezzolo destro è quasi perennemente turgido, mentre il sx rimane morbido e si indurisce solo col freddo (com'è giusto che sia credo). Capelli sempre più spenti e sfibrati. Calo impressionante della libido, erezione meno potente e pene che sembra essersi accorciato/assottigliato (non sto scherzando! Questa cosa mi ha terrorizzato)
Sono estremamente depresso, apatico, mi vedo uno schifo e penso spesso che nulla abbia senso.
Sono disperato, cosa dovrei fare?
[#1] dopo  
Dr. Francesco Ciociola
28% attività
4% attualità
12% socialità
ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ritengo sia necessario eseguire gli esami ormonali che indaghino la funzione della ipofisi e dei testicoli, compreso il quadro tiroideo e il metabolismo dell'osso cioè l'equilibrio calcio-fosforo.
Tali esami tuttavia ritengo utile valutarli di persona in occasione della visita con uno specialista al fine di discutere approfonditamente dei disturbi che riporta e capire se ulteriormente aggiungere altri accertamenti.

a titolo esemplificativo, il dolore/fastidio testicolare può dipendere da vari fattori sia locali cioè del testicoli, sia di mobilità (se il testicolo tende a risalire lungo l'inguine), sia della vie urinarie/prostatiche, sia muscolo-tendinee, sia di pertinenza della colonna vertebrale.
Questo solo per dirle che ogni sintomo va valutato e inquadrato attentamente.

ci aggiorni.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore,
La ringrazio per la risposta, è solo che non saprei a quale figura rivolgermi per inqudrare bene il mio problema: meglio un andrologo? Un endocrinologo?
Inoltre volego chiedere se effettivamente lo scheletro, la forma del corpo e le dimensioni del pene possono risentire di carenze o squilibri ormonali, modificandosi.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Ciociola
28% attività
4% attualità
12% socialità
ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
direi che è meglio un andrologo.
Dalla visita con lo specialista sarà possibile capire quali esami prescrivere , specie in rapporto ai quesiti che lei pone come le proporzioni scheletriche, le dimensioni del pene, il dolore testicolare.

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Va bene dottore allora la ringrazio e le chiedo un altra domanda se posso: una volta posta la diagnosi di ipogonadismo e/o altri squilibri ormonali, tutti questi fastidi al testicolo lamentati in questi anni possono essere ricondotti ai sintomi da me esplicati, magari innescati da una forma tumorale del testicolo stesso (seminoma, leydigioma ecc ecc)?
Oppure verosimilmente bisognerebbe guardare altrove? (Ipofisi,tiroide e/o surrene)?
Quali sono in letteratura le cause più plausibili nel giovane adulto?
[#5] dopo  
Dr. Francesco Ciociola
28% attività
4% attualità
12% socialità
ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
purtroppo non si fa diagnosi di tumore testicolare con il sintomo "dolore", ma piuttosto integrando tutti i dati desunti con la visita ed eventuali accertamenti ematici e strumentali.

ciò premesso, dopo aver giudicato tutti i dati di laboratorio, sarà possibile formulare la corretta diagnosi e conseguente giusta terapia.

cordiali saluti