Utente 644XXX
Salve,
sono una ragazza di 22 anni, alta 1,70 m e peso 54 kg.
Premetto che ho sofferto in passato di depressione, di attacchi di panico e sono per carattere molto ansiosa.
Non ho mai praticato sport, ma ho sempre avuto una buona resistenza agli sforzi fisici, corse, lunghe camminate.
Da quasi un anno a questa parte mi ritrovo ad avere affanno e tachicardia anche per le piccole cose..come salire una rampa di scale, tanto da costringermi a fermarmi per riprendere fiato. Credevo fosse una questione momentanea,di stress, ma il fenomeno tendeva a ripresentarsi così ho fatto degli accertamenti. Ho eseguito un elettrocardiogramma,un ecocardiogramma e gli esami per gli ormoni tiroidei senza riscontrare nulla di anomalo..solo ansia, tachicardia sinusale insomma. Mi è stato consigliato di assumere qualche goccia di Lexotan la mattina e la sera (10 gocce la mattina e 10 la sera)..l'affanno è rimasto, va un po' meglio per quanto concerne la tachicardia a riposo.
possibile che si tratti soltanto di ansia e che riesca così tanto ad incidere sulla mia qualità di vita?
come "ultima spiaggia" mi hanno consigliato un ecografia tiroidea, anche se dato che gli ormoni erano nella norma è poco probabile si tratti di questo.

Vorrei una Vostra opinione.
Vi ringrazio anticipatamente.
distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se a riposo presenta un battito cardiaco accelerato o tendente al rapido aumento per scarso allenamento fisico(come lei dice), le manifestazioni da lei descritte rientrano nella normalità fisiologica. Ha già praticato esami che escludono patologie cardiache, pertanto il mio consiglio è quello di iniziare un'attività fisica aerobica (o almeno inizi a fare camminate di un'ora a passo veloce) che a lungo andare potranno determinare un abbassamento dei battiti cardiaci. Eviti ovviamente il fumo (qualora fumasse) e sostanze "eccitanti" (es. bevande gassate a base di cola, caffeina, teina) e utilizzi più spesso sostanze "tranquillizzanti" come camomilla e valeriana.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 644XXX

Iscritto dal 2008
LA ringrazio del consulto..
proverò a seguire il suo consiglio e cominciare magari dallo svolgere un pò di attivita fisica, magari gradualmente.
(Non fumo e non faccio abitualmente uso di caffè o alcolici.)

distinti saluti