Utente 313XXX
Salve
Ho eseguito, sul consiglio del medico di base e di un neurologo che mi aveva visitato, una rmn del rachide cervicale. I risultati sono questi:
- iniziali segni di discopatia x disidratazione discale diffusamente.
- minime protrusioni discali su c6 e c7 in sede paramediana sx; c5 c6 in sede mediana, reperti analoghi in sede mediana e paramediana c3, c4, c5 senza importanti impronte sul sacco durale, coesiste iniziale osteofitosi. Nella norma il canale x ampiezza, midollo, giunzione cranio-cervicale.
Dal momento che in questi gg per vari motivi non posso recarmi dal medico di base o da un ortopedico, vi chiedevo semplicemente il significato del tutto.
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Versiglia
24% attività
4% attualità
12% socialità
CIRIE' (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Buongiorno,
difficile poterle dare una risposta precisa senza poter visionare le immagini dell'esame strumentale da lei eseguito e soprattutto senza poterla visitare.

Il referto della RM indica la presenza di sofferenze multiple dei dischi intervertebrali posti tra le vertebre cervicali, pur senza configurarsi un quadro di vere e proprie ernie discali: tale reperto è in ogni caso da correlare ai suoi sintomi e al suo quadro clinico.

La invito pertanto a rivolgersi con fiducia o al neurologo che le ha prescritto la RM oppure al suo Medico di Medicina Generale che la saprà indirizzare al meglio.

Spero di esserle stato utile.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la cortese risposta.
Chiarisco anche che i sintomi che ho, peraltro non fissi, sono una leggera instabilità nel camminare e nello stare in piedi, e un leggero indolenzimento al collo e al cranio, che in passato si è manifestato con cefalea muscolo - tensiva sempre sul lato sx del cranio. La situazione era anche sfociata in sindrome ansiosa che si manifestava in alcune circostanze (es in mezzo a tanta gente ) per paura di non reggermi in piedi o svenire. Infatti ho iniziato anche un percorso psicoterapeutico.
[#3] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Egr. signore, in base a quanto da lei esposto, concordo con l' analisi della rm cervicale fatta dal collega che mi ha preceduto e sulla necessità di eseguire un esame specialistico ortopedico prima e fisiatrico dopo.
Come le ha riferito già il Collega Versiglia, per correttezza deontologica, è bene che si faccia valutare dal neurologo che le ha prescritto l'esame Rm, ma dopo è opportuno un consulto ortopedico ( come da lei già preventivato d'altronde) e quindi rendendosi necessaria quasi certamente l'esecuzione di cicli di fisiochinesiterapia del rachide cervicale, un consulto del Medico Fisiatra mi sempre la strada più corretta da seguire.
Cordialmente

alessandrocaruso26@gmail.com