Utente 267XXX
Salve dottori, grazie per l'opportunità che ci date per metterci in contatto con voi. Premetto che non so se sono nella categoria giusta, ma vorrei esporvi dei dubbi riguardo a dei linfonodi ingrossati. Sono mesi ormai che ho dei lingonodi sovraclaveari leggermente igrossati (il più grande è di 1,03 cm), ho effettuato delle ecografie e a detta dei vostri colleghi si trattano di linfonodi leggermente ipertrofici e reattivi, di cui però non si è scaturita la causa. Per questo motivo ho effettuato delle analisi risultate nella norma, ma con rivelazione degli anticorpi per l'epstein barr virus, associato generalmente alla mononucleosi, ma non ricordo di averla avuta o meglio se l'ho avuta non me ne sono resa conto. Attraverso alcune ricerche non ho potuto fare a meno di notare che esiste un'associazione tra l'eptein barr virus e il linfoma ed avendo anche questi linfonodi ingrossati...ho iniziato a pensare ad una correlazione tra i miei sintomi e questa brutta malattia. Tra l'altro l'anno scorso ho avuto degli attacchi di prurito intenso che sono andati via con l'inverno e in questi ultimi giorni ho decimi di febbre. Voi pensate che possa esserci una correlazione tra questi sintomi e il linfoma? ... Il mio medico curante mi ha detto di aspettare per le analisi in quanto i miei dubbi sono infondati.
Dunque volevo inoltre chiedervi se si trattasse di linfoma i linfonodi non dovrebbero essere più grandi e patologici?
Grazie in anticipo per avermi concesso attenzione. Distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
i suoi linfonodi centimetrici, con architettura ecografica conservata e carattere di reattività, potrebbero essere un residuo dell'infezione da EBV, certamente non l'espressione di un linfoma EBV correlato.
Si tranquillizzi e smetta di fare esami e visite mediche.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore per la rassicurazione e la risposta immediata, volevo a questo punto chiederle come mai questi linfonodi non ritornano alle loro normali dimensioni...sono ormai mesi che sono lì senza aumentare, ma neanche diminuire. Crede sia il caso di effettuare nei prossimi mesi l'agoaspirato? O nel caso può darmi qualche consiglio su cosa fare se i linfonodi restano "ingrossati"?
Un'ultimissima curiosità quanto devono essere grandi dei linfonodi per essere definiti "normali"?
La ringrazio ancora.
Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
i linfonodi normalmente non si palpano. Quindi il concetto di mormale misura è di pochi mm.
In quanto alla sua situazione: se lei vuole fare un agoaspirato inutile su un linfonodo di 1 cm faccia pure.
Io le consiglio di ripetere tra tre mesi una ecografia linfonodale nelle comuni sedi di repere: se il quadro è stabile e sovrapponibile alla situazione attuale, i suoi linfonodi se li dimentichi.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille dottore per la disponibilità e l'ennesima rassicurazione, farò come lei mi ha consigliato.
Buona giornata e distinti saluti.