coma  
 
Utente 457XXX
Gentilissimi dottori,
Vi consulto affinchè possiate fornirmi un quadro più completo della situazione, ovvero: mio fratello è stato affetto da Botulismo circa un mese fa, è stato ricoverato in coma farmacologico per permettere la debellazione di quest'ultimo; dopo circa tre settimane la tossina è regredita e lui ha cominciato a svegliarsi, a muovere mani e testa per rispondere alle nostre domande (non poteva parlare per via del polmone d'acciaio) ma quando sembrava riprendersi, ha avuto un arresto cardiaco di 45 minuti. I medici sono intervenuti subito, e adesso è stabile, ma non si sveglia più. Dicono che ha subito molto probabilmente danni celebrali, il primo esame non mostrava segni di attività celebrale, la seconda sì ma in minima parte, e la terza decisiva gli verrà fatta oggi. Ma non sono molto chiari su questo, temo stiano abbassando le aspettative per non darci il colpo finale tutto insieme. C'è qualche possibilità che si riprenda? Quali danni potrebbe riportare? Mi rendo conto che 45 minuti sono molti, ma io continuo a sperare.
Vi ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buongiorno, purtroppo il decorso clinico di una intossicazione da tossina botulinica si è complicato con uno spiacevole evento come questo che descrive. E in effetti 45 minuti di durata lascerebbero veramente poche speranze soprattutto se un arresto cardiaco si manifestasse in ambiente extraospedaliero o in qualsiasi altro reparto. Tuttavia essendosi verificato in ambiente rianimatorio, a paziente già intubato, quindi in una condizione in cui almeno l'ossigenazione del cervello dovrebbe essere stata garantita e soprattutto le manovre di compressione cardiaca esterna (MCE) iniziate immediatamente, forse un cauto ottimismo potremmo permettercelo. La mia esperienza mi induce ad essere cauto perchè non tutti rispondiamo allo stesso modo e anche le manovre salvavita della rianimazione cardiopolmonare per quanto di sacrosanta importanza non hanno il 100% di risultato positivo. Ci informi di come sono andate le cose anche perchè lei ha scritto da qualche giorno e sicuramente vi saranno degli aggiornamenti che le auguro positivi. Potrebbe inoltre dirci come ha avuto questa intossicazione alimentare?
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 457XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore la ringrazio per avermi risposto, come da lei previsto sono arrivate notizie ma non so come prenderle: dall'ultima tac è stato rilevato un danno celebrale ma non se ne conosce la gravità e se è riparabile, ci hanno detto che consulteranno degli specialisti, in vero non ho compreso bene le informazioni a causa del linguaggio medico e dell'esitazione dei dottori in quanto sembri che neanche essi sappiano bene come agire, ma confido in loro. Ha contratto il botulismo mangiando della verdura sott'olio preparata artigianalmente e regalatagli, la mattina dopo aver consumato il pasto, dopo una notte di malori, è stato portato all'ospedale quasi in completa paralisi. Dopo questa notizia comunque temo che le possibilità di ripresa siano veramente poche, anche se ovviamente continuerò a sperare. Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Può chiedere ulteriori delucidazioni ai colleghi in Rianimazione pregandoli di indicare bene i punti salienti della TC encefalo. Prenda eventuali appunti confrontandosi poi con i medici che lo hanno in cura per ovviare ad eventuali errori e riporti il referto se possibile. Un ulteriore esame da fare però a questo punto è un EEG (elettroencefalogramma) che possa quantificare il livello di danno cerebrale valutando l'attività elettrica del cervello. Solo così avremo un punto fermo su cui fare delle prime valutazioni.
Le inserisco un link sull' argomento pubblicato da me un po di tempo fa
http://www.medicitalia.it/news/anestesia-e-rianimazione/3173-avvelenamento-tossina-botulinica.html
saluti
[#4] dopo  
Utente 457XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio infinitamente, richiederò al più presto la documentazione e se ne avrà piacere appena saprò le riferirò notizie e aggiormamenti. Molto interessante il suo articolo, solo avrei preferito leggerlo prima...
[#5] dopo  
Utente 457XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottore, la aggiorno sulle ultime news, il ragazzo è ancora in coma e l'unica cosa positiva è che ha preso peso grazie alle flebo; ultimamente quando ci avviciniamo a lui o lo tocchiamo si muove o muove gli occhi, e sembra voglia parlare, ma le infermiere dicono che si tratta di movimenti involontari, riflessi, anche le sue pulsazioni accellerano quando ci troviamo accanto a lui, ma ci sono amche giormi in cui non risponde ad alcuno stimolo. Continuiamo ad essere speranzosi. L'ultimo EEG effettuato circa tre settimane fa non rivela nulla di nuovo, o meglio non notizie positive: i danni sono molteplici e in zone abbastanza importanti, ma non sanno ancora se ne può guarire in qualche modo.
[#6] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Grazie per l'aggiornamento. Purtroppo come riportato dall' EEG permane uno stato di sofferenza encefalica corticale che giustifica il dato clinico ancora visibile ai vostri occhi. Difficile fare previsioni. Facciamo il tifo con voi.
Se stabilizzato immagino che possa essere trasferito in una struttura neuroriabilitativa dove intraprendere un percorso diverso improntato più sullo stimolo neurologico. A presto.