ernia  
 
Utente 457XXX
Buongiorno, io ho fatto la risonanza a metà aprile crica, dopo una settimana che avevo la gamba completamente addormentata, il risultato è questo sotto...
Al passaggio L5 S1 il disco intervertebrale è disidratato e più assottigliato che al precedente controllo; in sede postero_laterale destro è comparsa un ernia estrusa di dimensioni medio grandi, migrata caudalmente per un tratto di 22 mm e responsabile di marcate impronte sulla superficie antro laterale del sacco durale e sulla radice nervosa destra di S1.
Lievi alterazioni artrosiche interapofisarie al passaggio lombosacrale.
Nei limipi l ampiezza sul canale vertebrale.
Ho provato praticamente di tutto dall osteopate (anzi due) massaggiatore che mette a posto schiena, fisioterapista con tecar, ozono terapie 16/17 volte senza tac, masiofisioterapista, bentelan e toradol. Ginnastica, panca ad inversione, crioterapia...
Però il problema continua, bisogna dire che io vado in bicicletta e faccio l autista. per i primi due mesi non ho avuto praticamente mai male, solo poca forza e gamba addormentata. Poi è iniziato il male a stare seduto e pedalare in piedi va benissimo. Cosa devo fare? Meglio prendere una visita neurochirgica o ortopedica? Se devo fare un operazione quale sarebbe la più indicata? Vorrei tornare in bici e al lavoro prima possibile.
In attesa di una vostra risposta vi auguro una buona giornata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Versiglia
24% attività
12% attualità
12% socialità
CIRIE' (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Buonasera,
credo che lei debba eseguire una visita presso un collega neurochirurgo oppure un collega ortopedico (però che si occupi prettamente di colonna vertebrale) per sapere se c'è indicazione chirurgica per il suo quadro clinico.

Spero di esserle stato utile.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Salvatore Roccalto
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERNI (TR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Buongiorno,
l'indicazione ad operare un'ernia del disco è il dolore intrattabile che perduri da oltre 2-3 mesi ho il danno neurologico progressivo, è fondamentale comunque, prima di porre indicazione chirurgica, fare una accurata visita al fine di confermare la reale corrispondenza tra i sintomi accusati e l'ernia discale refertata alla RMN e sarà in quella sede, dopo un adeguato consenso informato, che verrà stabilito il tipo d'intervento chirurgico da eseguire: erniectomia o erniectomia + stabilizzazione del segmento vertebrale patologico ( nel caso specifico L5-S1)
Cari saluti