Utente 457XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 22 anni. A marzo ho iniziato ad avere vertigini frequenti. Ho iniziato con una visita all otorino che non ha trovato niente di anomalo e ha suggerito una visita dal neurologo. Durante la visita dal neurologo non nasce nessun tipo di patologia e per fare ulteriori accertamenti mi prescrive un ecodople e una resonanza all encefalo e prescrivendo inoltre degli integratori per la circolazione che inizialmente hanno fatto passare la sensazione di vertigine. La resonanza all encefalo fortunatamente non ha trovato nulla. Facendo L ecodople successivamente scopro di avere dei noduli alla tiroide e il dottore mi consiglia di fare una ecografia appunto alla tiroide. Recatomi dall endocrinologo scopro di avere un sacco di moduli alla tiroide (troppi per un ragazzo di 22 anni ) e avendo familiarità da parte di mia madre la quale ha avuto un tumore alla tiroide, faccio un agospirato e trovano su un nodulo delle cellule sospettose. L intervento è programmato per settembre. Ora detto dal mio endocrinologo i noduli alla tiroide non provocano ne vertigini ne stanchezza, che era la Causa per il quale stavo facendo accertamenti medici. Con L andare del tempo i sintomi si sono ripresentati con inoltre la vista che si incrocia ( avendo già fatto la visita appunto per le vertigini la quale non ha riscontrato assolutamente niente). Vorrei chiedere se questi sintomi che presento possono rindirizzarsi al problema alla tiroide o devo andare a ricercarlo altrove. Grazie per L attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la diplopia che lei lamenta potrebbe essere legata ad alterazione della funzione dei muscoli oculomotori dovuta al distiroidismo.
Non concordo con il suo endocrinologo che fa una affermazione troppo generica: un gozzo plurinodulare è asintomatico se lei è in compenso tiroideo: se non lo è diventa sintomatico eccome!
Perciò voglio sperare che l'affermazione sia sistanziata da una valutazione della funzionalità della ghiandola e degli indici di autoimmunità (anti TPO - anti TG).
Tornando alla diplopia è suficiente un ispessimento lieve di un muscolo oculomotore o un lieve aumento del cellulare orbitario per indurla, tanto più che evidentemente non è pontina se la RM l'ha esclusa.
Vada da un ottimo oculista e si faccia fare una ecografia orbitaria: lo stesso le indicherà se sarà necessaria una RM delle orbite che se qualcuno ci avesse pensato si sarebbe potuta fare acquisendo le sequenze adatte nel precedente esame.
Saluti Cordiali,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 457XXX

Iscritto dal 2017
Salve,
Mi scusi se non sono stato abbastanza specifico. Comunque dagli esami degli ormoni della tiroide risulta solamente la tiroglobulina alta dovuta appunto dalla presenza dei noduli. La visita fatta dall oculista 1 mese fa è stata abbastanza ampia detta appunto da tali vertigini e vista incrociata. L oculista ha scartato per primo lo strabismo, misurato pressione occhi, nervi ottici e quanto altro. Alla fine della visita mi ha rassicurato che non riscontra nulla a livello visivo e che questi sintomi saranno da riguardare dopo L intervento. La ringrazio, cordiali saluti.