crema  
 
Utente 451XXX
Salve,
Io e la mia partner siamo ammalati dello stesso ceppo di HSV in zona labiale, anche se non so se sia l'1 o il 2 o entrambi visto che non abbiamo fatto gli esami degli anticorpi, ma essendoci scambiati baci mentre era attiva l'infezione.
Il mio dubbio riguarda la trasmissione del virus che attualmente è alla bocca, in altre parti del corpo quali occhi o genitali.
Infatti in alcuni siti ho letto che è sconsigliato toccarsi le ferite in quanto il virus potrebbe passare tramite le dita ad altre zone del corpo.
In altri siti invece ho letto che, utilizzando magari l'accortezza di non toccarsi mentre si ha un episodio attivo, nel corpo abbiamo abbastanza anticorpi per questo virus per fanrsì che noi non possiamo essere infettati due volte, quindi il virus rimarrà sempre nello stesso punto.
Faccio questa domanda in particolar modo perchè sono venuto a conoscenza del meccanismo di shedding del virus, che può infettare anche se non è visibile nessuna ferita superficiale: in tal caso ogni rapporto orale con la mia partner sarebbe un potenziale pericolo di trasmissione ai genitali? Noi abbiamo l'accortezza di evitare i rapporti orali mentre abbiamo le recidive (che capitano una volta ogni 3 mesi circa), è sufficiente?
Considerazione finale: se fosse effettivamente vero che non si può contrarre lo stesso virus in due parti del corpo diverse, non sarebbe meglio farsi infettare di HSV alla bocca al fine di evitare di farsi infettare per shedding ai genitali?
Grazie per l'attenzione, buona giornata
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
quante elucubrazioni per un Herpes....
Se è labiale probabilmente di tratta del ceppo 1, ancorchè anche il ceppo 1 può infettare i genitali.
Si tratta di una patologia fastidiosa e antiestetica ma nulla di più.
Inoltre la latenza del virus nell'organismo persiste per tutta la vita, come per tutti gli Herpesvirus, potendosi occasionalmente riattivare.
Quando non ci sono lesioni in atto il rischio di contagio è zero.
Evitate rapporti con lesioni in atto, specie con efflorescenze recenti, e applicate sulle lesioni un antivirale in crema che se usato già in fase prodromica e con la pazienza di applicarlo come suggerito nel RCP, può adirittura fare abortire la lesione.
A entrambi buone cose,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
buongiorno,
la ringrazio per la risposta ma tengo a sottolineare che la mia era una domansa più 'teorica' sul meccanismo di auto-contagio del virus (che non mi è chiaro) piuttosto che un consiglio per il mio caso in particolare.
mi dice quindi che è impossibile contagiarsi due volte con lo stesso virus in due parti diverse?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
certamente.
Buona serata,
Dott. Caldarola.