Utente 431XXX
Salve Egr. Dr. Vincenzo Caldarola,
mi scusi, mi rivolgo direttamente a lei per la sua disponibilità, gentilezza e competenza.
Purtroppo soffro di depressione che mi porta ad assumere antidepressivi e ahimè, sono sensibile ai loro effetti collaterali sessuali come ad esempio l'abbattimento della libido (il che di conseguenza mi causa problemi erettivi perchè se c'è scarso desiderio .........)
Non trovando aiuto negli specialisti che mi hanno curato (bisogna resistere - purtroppo è una conseguenza ecc. ecc.) alla fine mi sono visto costretto ad aiutarmi da solo e dopo una ricerca personale ho scovato un prodotto che prometteva di aumentare i livelli di testosterone e migliorare la libido, allora l'ho acquistato e iniziato ad assumere, si tratta dell' Acido D Aspartico (ne prendo 3 mg al giorno).
Ora, non so se l'antidepressivo abbatte il testosterone e dunque la libido o se assumendo queste molecole il testo rimane uguale e i meccanismi che abbattono la libido sono altri, ma quello che so è che effettivamente il D Aspartico a me sta dando benefici e anche se le indicazioni in etichetta riportano di assumerlo per 4 - 8 settimane per poi interrompere per altrettante 4 - 8 settimane per evitare l'assuefazione,
io invece lo assumo per due settimane e poi sospendo non due ma solo una settimana (perchè temo che se lo prendo 3 settimane e poi devo stare senza per 3 settimane allora dopo pochi giorni posso ritornare a livello di prima e avere problemi anche per 15 o più giorni).

Quello che vorrei chiederle, gentile Dr. Caldarola, è però il fatto che su internet ho letto che assumere testosterone può comportare rischi seri come ictus/infarti - perdita di capelli - depressione e come se non bastasse anche tumori e tossicità a vari organi come fegato reni ............
Ho allora chiesto all'azienda presso la quale ho acquistato l' Acido D Aspartico e mi hanno risposto che posso stare tranquillo perchè il prodotto non ha nulla a che vedere con il Testosterone Classico che viene prescritto dai medici in quanto il D Aspartico non fa altro che stimolare testicoli e organismo a produrre più testosterone in maniera naturale.
Mi scusi Dottore, anche lei crede che non dovrebbero esserci rischi e che il D Aspartico davvero fa aumentare il testo (e la libido) in maniera più naturale che nulla a che vedere ha con le fiale/iniezioni che possono causare infarti/tossicità/tumori ecc.

La ringrazio anticipatamente e le porgo cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
intanto l'antidepressivo, presumo un SSRI, non abbatte i livelli di testosterone e i suoi effetti su libido e vis sono mediati da meccanismi centrali che non interessano l'asse ipofisi - testicoli.
Non c'è nessuno studio che dimostri che l'acido D Aspartico determini un aumento del testosterone: diversamente tratteremmo con questo farmaco gli ipogonadismi maschili.
Come non c'è una diretta relazione tra i livelli di testosterone e la vis e la libido nel maschio: un maschio con livelli di testosterone normale può avere tranquillamente una disfunzione erettile o un calo del desiderio.
I meccanismi di questo delicato processo fisiologico sono molteplici e complessi.
Se lei ha ritrovato la sua vita sessuale con l'acido D-Aspartico lo prenda pure: attenzione agli intrugli che si vendono on line.
Io le consiglio di rivolgersi ad un Andrologo: rispetto alla pudicizia di noi maschi le donne, già poco più che adolescenti, conoscono il loro ginecologo, che spesso è un maschio, e non hanno pudore a parlare con lui dei loro problemi.
Noi i problemi preferiamo tenerli negli slip o nei boxer....piuttosto che parlarne con un altro uomo....immaginiamo con un andrologo donna!!
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Ok Gent.mo Dr. Caldarola,
al momento sto assumendo la vortioxetina, in passato e a più riprese ho assunto SSRI e SNRI (la situazione era decisamente più grave di ora, soprattutto con SNRI) ed ero così disperato che ho fatto (sicuramente più di 10 anni fa) una visita andrologica di testa mia presso specialista asl il quale non mi ha prescritto nemmeno degli esami (perchè senza antidepressivi non avevo problemi e perchè diceva che alla mia giovane età ....) ma si è limitato a dirmi di provare a cambiare molecola tramite psichiatra o di abbassare il dosaggio ma che se la strategia non funzionava dovevo rassegnarmi a sopportare questi effetti collaterali (finchè sarei stato in cura) perchè non sono rari e probabilmente io sono piuttosto sensibile ad essi.

Adesso sarà effetto placebo (ma francamente non penso si tratti di placebo), sarà altro ma davvero sto riscontrando benefici assumendo il D Aspartico.
Quindi, stando attendo agli intrugli, questo aminoacido non dovrebbe causare ictus - tumori - perdita capelli ecc. come può farlo il "testosterone in farmaco", vero?

Sono cosciente che non si tratta di un farmaco e dunque le è più difficile o forse non possibile darmi una risposta ma, anche in linea di massima, lei crede che assumendo il D Aspartico per due settimane e fare solo una settimana di pausa (invece di due) può essere già sufficiente ad evitarmi eventuali problemi di assuefazione?

La ringrazio vivamente e le auguro un sereno e divertente mese di agosto.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Guardi, il D Aspartato non le fa proprio nulla.
Lei sta meglio perchè la molecole che prende è meno incline a dare disturbi della sfera sessuale.
Certamente non le cadranno i capelli, non le verrà l'ictus o l'Infarto, non avrà problemi di assuefazione.lo assuma pure.
Stia sereno e passi un appagante agosto anche lei.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo Dr. Caldarola le chiedo venia ma non vorrei aver inteso male due cose della sua ultima risposta.

1) Quando lei dice che il D Aspartato non mi fa nulla intende dire che non mi causa alcun danno/conseguenze sulla salute/organismo oppure vuol dire che non mi da alcun beneficio?

2) Con "non avrà problemi di assuefazione" intende dire che volendo posso assumerlo anche tutti i giorni senza subire assuefazione (qualora avessi dei benefici)
........ oppure che non vi è pericolo di assuefarsi assumendolo come ho prospettato io, cioè due settimane di assunzione e una di pausa (invece di due week assunzione e due di pausa)?

Grazie ancora.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
1) la seconda opzione.
2)Lo può prendere anche tutti i giorni: se un integratore non serve a nulla non induce neppure assuefazione.
Non le pare che se il D Aspartato avesse avuto delle proprietà farmacodinamiche reali sarebbe stato registrato come farmaco e sottoposto a obbligo di prescrizione medica?
Buona serata,
Dott. Caldarola.