Utente 512XXX
un saluto a tutti,
sono un ragazzo di 23 anni cheun anno fa ha trovato il coraggio per richiedere una visita specialistica mirata a risolvere un problema che mi porto dietro da sempre...avevo un chiaro problema di fimosi che mi è stato immeiatamente diagnosticato accompagnato da un problema di frenulo corto.
Ho eseguito l'operazione nella mia città...cagliari...e solo dopo questa documentanomi meglio suquesto problema ho scoperto l'esistenza ella fimosi serrata che io avevo chiaramente visto la difficoltà,seppur minore, di far scoprire il glande anche con il pene non in erezione. Così al momento dell'operazione mi è stato domandato se preferissi fare una circoncisione parziale o totale...io sul momento...ovviamente preoccupato per motivi sia estetici che di ipersensibilità ho optato per la parziale...sta di fatto che le settimane dopo l'intervento sono state un inferno...mi era stato detto di allenare il glande a scoprirsi poichè la fimosi era stata rimossa, e invece più passavano i giorni, più mi ostinavo a fare gli esercizi consigliatimi, e più la pelle del mio glande si gonfiava e si irritava e la difficoltà era rimasta...ricordo dei giorni in cui addiritura facevo fatica a ricoprire il glande...a quel punto ho constatato che "l'anello" di pelle che stringeva sul mio glande c'era ancora...e a causa di impegni universitari e altri incovenienti (quest'anno ho subito due operazioni al legamento crociato anteriore di un ginocchio) ho rimandato.
Ora io mi chiedo se sia mai possibile non avermi diagnosticato l'una o l'altra fimosi...e addiritura avermi chiesto in sala operatoria quale tipo di circoncisione avrei preferito...inoltre vorrei porvi un paio di domande sulla mia situazione :
1) dopo l'operazione ho notevoli problemi a ripulire il mio glande dallo smegma che sembra essere diventato fortissimo
2)premesso che soffro di un problema di elevatissima ipersensibilità, se dovessi intervenire con la circoncisione totale come potrei gestire questasituazione che mi spaventa non poco?
3)io ho avuto i primi rapporti sessuali a 17 anni senza incontrare mai grossissime difficoltà soprattutto quano i rapporti li avvo avuti con il preservativo...ma circa un anno e mezzo fa ho iniziato una storia importante con una ragazza,e con lei i problemi si sono accentuati a causa di una assai minore lubrificazione della vagina rispetta alle precedenti ragazze...problema che mi costringe ad usare regolarmente il preservativo per diminuire l'attrito che mi reca dolore....da cosa può dipendere questa poca lubrificazione?

mi scuso se mi sono dilungato così tanto ma non volevo ci fossero dei punti poco chiari sul mio caso...
aspetto una risposta al più presto e ringrazio in anticipo
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,in breve,Le scrivo che,se non riesce ad evaginare il prepuzio sul glande quando e' in erezione (fimosi) e se riferisce la eccessiva formazione di smegma,nonche' una esaltata sensibilita',la soluzione chirurgica radicale e' ineludibile.Prevedo,quindi,notevoli vantaggi con benessere generale e locale,sia con il rapporto protetto che libero.Quanto alla lubrificazione della partner il ginecologo potra' facilmente risalire alle cause.Cordialita' ed auguri.