Utente 830XXX
Buongiorno a tutti i dottori.
E' di nuovo un periodo che mi si stanno riacutizzando i dolori a collo e spalle e ultimamente si stanno estendendo a tutta la schiena.
Da due giorni ho preso un antinfiammatorio per ridurre il fastidioso dolore che mi limita nei movimenti di collo e spalle.
Però il problema è che non sento l'effetto curativo come invece avveniva quando lo prendevo altre volte.
Come mai?
non credo sia un assuefazione in quanto, nonostante sia ormai 6 mesi che sento rigidità e dolori a collo e spalle dopo l'incidente, non ho mai fatto un uso continuativo di questi farmaci.
Ringrazio e porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo, gentile utente, ci ha dato delle indicazioni troppo generiche, nel senso che non sappiamo che tipo di molecola ha assunto ne il dosaggio.
Non sappiamo neanche se le altre volte ha assunto lo stesso tipo di farmaco.
Valuti inoltre l'eventualità che sotto queste riacutizzazioni che si stanno "estendendo", come lei riferisce anche a tutta la schiena possa esserci anche un peggioramento di qualcosa che vada indagato anche con eventuale esame diagnostico. Pertanto non essendoci generalmente "assuefazione" agli antiinfiammatori probabilmente ciò può essere legato anche ad un problema di dosaggio se "qualcosa" si è aggravato.
In genere preferisco consigliare più un ciclo di terapia continuativa per alcuni giorni che assumere antidolorifici-antiinfiammatori saltuariamente al bisogno. Non abbiamo inoltre notizia di che tipo di lavoro faccia per capire se gravato da carico fisico o cattiva postura. (es. troppo tempo al pc?)
Il dolore è un sintomo che comunque va indagato più approfonditamente. Se tutto è ancora conseguenza dell'incidente di maggio scorso, non abbiamo ricevuto novità sul consulto ortopedico che le era stato proposto in settembre dopo una sua richiesta.
La invito quindi a parlarne col suo Curante. Valuti anche l'opportunità se la farmacologia tradizionale non l'aiuta di un ciclo di agopuntura.
[#2] dopo  
Utente 830XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo dottore,
il mio lavoro prevede per la maggior parte della giornata di stare seduto dietro ad un pc, o attività asterna di sopralluoghi con posizionamento di campionatori di aria (del peso di circa 12Kg l'uno) che ogni volta vengono posizionati e rimossi dopo il campionamento (questo praticamente ogni giorno).

Per quanto riguarda il tipo di farmaco assunto, all'inizio usavo OKI ma siccome dopo 5-6 giorni mi aveva procurato mal di stomaco il mio medico mi aveva detto di sospendere, poi in una seconda fase di cura mi aveva prescritto l'aulin (ma in farmacia mi avevano consigliato il generico, nimesulide 100mg)e aggiunto un gastroprotettore (lansoprazolo 30mg 1 al mattino a digiuno). Aulin è stato in effetti l'antinfiammatorio che anche in passato assumevo e mi ha sempre fatto effetto.
L'ultimo, forse per mio errore,per esssere più sbrigativo in quanto non serve ricetta, mi sono fatto consigliare in farmacia e mi hanno dato naprossene 500mg.
Però questa è la prima volta che devo fare una cura, se no come appunto già detto lo assumevo solo nel momento del bisogno.

Il consulto ortopedico: non aveva rilevato nulla a livello osseo ma sospettata una borsite, che con ecografia si era visto non essere quello il problema, e comunque consigliato di proseguire con gli esercizi dati dal fisioterapista.

Ho chiesto, circa un mese fa, sia al mio medico che al fisioterapista se era il caso di rifare una rx o una tac per valutare se ci fossero problemi ma secondo loro non è necessario.

Grazie.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Mi sento di consigliarle un ciclo di agopuntura. Può nel frattempo continuare la sua terapia farmacologica scegliendo l'antiinfiammatorio che le ha dato miglior risultato.
Cura per almeno 7 gg con gastroprotezione
Cordialmente