Utente 118XXX
Buongiorno,

vi scrivo per sottoporvi dei sintomi che mi preoccupano molto e per i quali vi chiedo un indicazione sul
percorso diagnostico da seguire.
Premetto che sono fortemente miope ad astigmatica praticamente dalla nascita e porto occhiali e lenti a contatto dall'età di 4 anni.
Circa 6 anni fa ho iniziato a combattere con le miodesopsie soprattutto all'occhio destro che in alcuni periodi mi danno parecchio
fastidio, sempre nello stesso periodo ho iniziato ad avere uno strano disturbo però piuttosto saltuario e sporadico, quando guardo
ad esempio una maglia a righe soprattutto se bianche e nere vedo i bordi delle righe tremare, insomma non sono definiti e
percepisco una sorta di vibrazione, questo capita soprattutto con la visione da media e lunga distanza mentre da vicino non mi
succede.
Circa 6 mesi ho cambiato le lenti a contatto visto che quelle che portavo erano usurate dal tempo e una di loro si era rotta e da
allora è iniziato un calvario. A detta del mio ottico non è stata modificata forma o curvatura della lente (sono lenti gas permeabili)
ma fatto sta che io ho iniziato a non vedere bene, inizialmente ho pensato che fosse un fenomeno dovuto al fatto che le lenti erano
nuove, ma vedendo che dopo qualche mese il disturbo non passava sono tornata dall'ottico che dopo grande insistenza ha provato
a propormi una lente con geometria diversa, facendomela provare solo sull'occhio sinistro per vedere se poteva andare bene
Il problema non si è risolto perchè continuo a non vedere correttamente come prima.
Nel frattempo mi sono recata dal mio oculista di fiducia che facendo una visita completa di fondo dell'occhio non ha riscontrato problemi.
Ora però da qualche giorno (forse anche per un fattore ansioso) percepisco piu' forte e frequente il fastidio guardando le righe e poi ho sempre
la sensazione di vista tremolante, non so se sto somatizzando o meno, ma informandomi qua e la ho trovato riscontri dei miei sintomi
nella sclerosi multipla e sono terrorizzata.
Infine le segnalo un'altro sintomo secondo me spaventoso, senza correzione visiva, quindi senza occhiali o lenti a contatto se fisso inistentemente un oggetto ho come dei restringimenti e allargamenti ritmici del campo visivo e finisco per percepire come se la luce nella stanza si alzasse e si abbassasse repentinamente. Non se se questa cosa mi succede da sempre o se è un nuovo sintomo dovuto al fatto che ultimamente sono attentissima alla mia vista e ogni volta che mi sembra di percepire qualcosa di strano inizio a sudare freddo per la paura.
Vorrei eseguire una rm all'encefalo per fugare qualche dubbio, faccio bene? eventualmente è meglio con o senza contrasto?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Nel caso della visione "pulsante" con periodiche modificazioni dell'ingrandimento e luminosità la causa più comune è l'ipercorrezione (occhiai troppo forti) bisognerebbe valutare il visus in cicloplegia. Da completare eventualmente con un OCT (meglio angio-oct) se rimangono dubbi. Non indicherei come prima scelta la RM, se fosse stata sclerosi multipla, in 6 anni si sarebbe fatta vedere in ben altro modo.
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio infinitamente per la sua celere risposta.
Effettivamente ho omesso di scrivere che 2 mesi fa alla visita oculistica il mio medico ha riscontrato un miglioramento di miopia e astigmatismo dovuto secondo lui al fatto che "sto invecchiando" e che con il peggioramento della visione da vicino può migliorare miopia e astigmatismo.
Non ho ancora adeguato occhiali e lenti a contatto appunto perchè le ho cambiate a gennaio (visita oculistica fatta a maggio)
Quindi secondo lei la visione tremolante potrebbe essere dovuta a questo?
Grazie ancora per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
È il motivo più probabile.
[#4] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
Buonasera dottore, mi permetto di disturbarla ancora perchè ieri presa dalla mia ansia imperante mi sono recata al pronto soccorso dove spiegando i miei sintomi mi hanno fatto fare una visita oculistica con fondo dell'occhio, mi hanno detto che la retina sta bene e mi hanno prescritto oxigen e tanta acqua perchè ho il vitreo mobile in entrambi gli occhi, in più nell'occhio sinistro mi hanno diagnosticato una modesta chemosi congiuntivale, per la quale però non è stato fatto cenno a nessuna terapia.
Volevo sapere se tale patologia si risolve da sola e se la possibile causa scatenante possono essere state le lenti a contatto (uso le gas permeabili) , può trattarsi di ipossia corneale dovuta a lente a contatto troppo stretta?
So che di solito può succedere con le lenti a contatto morbide, ma con quelle gas permeabili?
La ringrazio anticipatamente.
[#5] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
il vitreo disgregato nei miopi è frequente, la chemosi normalmente è legata ad allergie, se lieve passa da sola in pochi giorni, ma provi a cambiare le soluzioni delle lenti.
[#6] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno dottore,

torno a disturbarla per una serie di nuovi sintomi che ho sviluppato e che mi preoccupano molto.
Da un paio di settimane trovo una difficoltà ad aprire la palpebra destra al mattino, è come se le rime cigliari fossero leggermente attaccate quindi devo fare uno "sforzo" in più per aprire l'occhio, in più la palpebra superiore risulta un po' gonfia in assenza di altri sintomi come rossore o bruciore.

Mi succede per ora solo con l'occhio destro e preciso anche che non ho secrezioni o altro.

Sto pensando ad un sintomo neurologico, non glielo nego... mi consiglia di tornare dall'oculista? o di andare da un neurologo?

Grazie
[#7] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Molto probabilmente è un problema di superficie oculare o disfunzione lacrimale. Chieda prima all'oculista, che valuterà oltre la lacrimazione anche la forza delle palpebre e se necessario le consiglierà o meno una visita neurologica.
[#8] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno dottore,
stamattina osservando la congiuntiva inferiore, vicino al dotto lacrimale e nell'angolo interno dell'occhio, ho notato di avere delle "macchie bianche" più evidenti nell'occhio destro, fanno parte della normale conformazione della congiuntiva o potrebbero essere indice di una congiuntivite. Tra un paio di giorni dovró vedere il mio ottico, è io caso che glielo faccia presente?
Aggiungo che la congiuntiva inferiore destra all'interno risulta un po' più arrossata che nell'occhio sinistro, ma non ho lacrimazione, anzi l'occhio è sempre piuttosto secco nonostante io usi le lacrime artificiali.
[#9] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio
36% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Queste non sono alterazioni che deve vedere l'ottico ma l'oculista. Una visita completa con cicloplegia e valutazione della superficie oculare ancora non l'ha fatta ?