Utente 613XXX
Gent.mi dottori,
ma molti anni soffro di emicrania senza aura che si intensifica nel periodo del ciclo.Ho seguito diverse tarapie di prevenzione che mi hanno aiutata ma non hanno risolto il problema.
Da circa venti giorni assumo il magnasio supremo della natural point,visto che tale minerale sembra dare beneficio a chi ha il mio stesso disturbo.Ma vorrei sapere quando e' il momento piu' adatto della giornata per assumerlo,perche' lo prendo verso meta' mattina,dopo circa due ore dalla prima colazione,ma mi provoca una enorme sensazione di fame e di conseguenza debolezza (quando inceve dovrebbe essere un energizzante).
Poi volevo sapere perche' bisogna assumerlo in acqua calda,cosa che non ho fatto perche' l'ho sciolto sempre in acqua a temperatura ambiente.Vorrei capire,cioe',se lo assumo nel modo sbagliato.Ho 32 anni,grazie.
[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009

Occorre sempre accertare le cause che provocano i sintomi, per poterli condurre alla loro estinzione, non alla soppressione con sostanze chimiche che terminato il loro effetto, metabolizzata la sostanza, finisce l’effetto. Il sistema immunitario reagisce sempre alla presenza di “qualcosa” che lo “disturba”, producendo i sintomi presentati dalla persona, la quale si rivolge al medico, anche per conoscere la motivazione della sua problematica. Non ha quindi importanza cercare il magnesio, quando assumerlo, ma perché si verifica “emicrania senza aura che si intensifica nel periodo del ciclo”. Lei non indica altri sintomi, che prodotti da varie cause, possono condurre il medico omeopata alla prescrizione del farmaco idoneo; i sintomi sono l’espressione della reazione del sistema immunitario ad una determinata causa, il medico omeopata con i farmaci omeopatici, agisce sul sistema immunitario, aiutandolo nella sua azione di estinzione del sintomo. In questo iter diagnostico terapeutico, un valido aiuto viene fornito dalla Elettroagopuntura secondo Voll, metodica di primo livello, che analizzando i vari punti di agopuntura, che il dottor Voll ha correlato ai vari organi, ha la capacità di condurre il medico ricerca delle motivazioni che hanno prodotto i vari sintomi. Sul vaso della degenerazione nervosa, esistono punti specifici per controllare il sistema nervoso centrale, poterli correlare con il meridiano endocrino, la sua emicrania si accentua con il periodo del ciclo ma anche con gli altri vasi e meridiani, per poter giungere ad una spiegazione dei suoi sintomi, giungere alle cause e approntare la terapia per condurli alla loro lenta estinzione.
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=51826

[#2] dopo  
Utente 613XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dottore,
mi sono sottoposta alcuni mesi fa a cinque sedute di agopuntura (auricoloterapia) ma senza nessun esito.
Purtroppo le cause di questa patologia restano ancora sconosciute; ci sono soltanto ipotesi in merito come l'ipereccitabilita' neuronale,l'ereditarieta',bassa soglia del dolore.Nel mio caso credo si tratti di un disturbo ereditario perche' anche le mie sorelle ne soffrono.Alcuni studiosi credono che si tratti di una malattia vera e propria,che non dipende cioe' da altri fattori.Molteplici sono le cause scatenanti:determinati alimenti,dormire troppo o troppo poco,caldo o freddo eccessivo.Una cosa e' certa:s'impara a convivere con l'emicrania ma non la si potra' mai accettare perche' abbassa notevolmente la qualita' della vita.Si e' scoperto da qualche anno che il magnesio puo' aiutare a ridurre le crisi e la loro intensita' quindi se cortesemente puo' darmi le indicazioni che ho chiesto a riguardo (modo e tempi d'assunzione del magnesio supemo).
La ringrazio per la sua disponibilita'.
[#3] dopo  
10161

Cancellato nel 2009

In Omeopatia, esistono molti farmaci che sono in grado di intervenire sulla remissione graduale dei sintomi, che la persona presenta, intervenendo sulle cause, che vanno cercate, e in maniera specifica, ha una azione sistemica su tutto l’organismo.
Il fatto che anche le sorelle presentino lo stesso disturbo, dimostra una predisposizione nei confronti di una risposta a cause specifiche o ad infiammazioni, prodotte da agenti patogeni che devono essere ricercati. Questa predisposizione può consistere nella presenza di alleli HLA uguali, così come avviene per alcune patologie autoimmuni, come ad esempio, le tiroiditi. Sconosciuto è quello che non viene cercato, ma in medicina non convenzionale, è possibile verificare la causa che determina i sintomi, così da poter intervenire sul sistema immunitario, che opportunamente stimolato, è in grado di giungere alla guarigione o al miglioramento della qualità della vita.
L’utilizzo del magnesio in dosi ponderali, non è certamente omeopatico, ma nemmeno di medicina integrata, poiché potrebbe determinare una intossicazione.
[#4] dopo  
Utente 613XXX

Iscritto dal 2008
Quindi secondo lei qual'e' il prossimo passo che dovrei compiere?
[#5] dopo  
10161

Cancellato nel 2009
L'esame della persona,
l’anamnesi e rilevare tutti i sintomi, soprattutto quelli caratteristici, peculiari della persona in esame, è importante non solo per il medico convenzionale, ma soprattutto per quello di medicina integrata, da cui rileva il farmaco appropriato alla patologia espressa dalla persona. I sintomi derivano dalla risposta del sistema immunitario nei confronti di agenti esterni, qualsiasi essi siano, sostanze chimiche, conservanti, batteri, virus, per questo sono di interesse particolare, poiché dimostrano il punto in cui il sistema immunitario sta reagendo. Per una valutazione più specifica, accertare quale di queste azioni esterne sono state apportate, il medico utilizzata, come le avevo detto, la metodica dell’Elettroagopuntura secondo Voll, che come esame di primo livello, è in grado di fornire una risposta a queste domande, utilizzando i nosodi, estratti di organo, farmaci omeopatici ed omotossicologici, che poi costituiranno la base per accertamenti più mirati e la terapia, con la possibilità di seguire successivamente la evoluzione dei processi di guarigione, oltre alla lenta remissione dei sintomi ed il graduale raggiungimento delle funzioni regolari e fisiologiche dell’organismo, per preservarne più a lungo lo stato di salute.
[#6] dopo  
Utente 613XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio,ma l'elettroagopuntura e' dolorosa? m'informero' se c'e' la possibilita' di farla nella mia citta',in effetti non ne avevo mai sentito parlare.
La saluto cordialmente .
[#7] dopo  
10161

Cancellato nel 2009


Assolutamente no, è un esame strumentale diagnostico e terapeutico, che utilizza i punti di agopuntura, a cui il Dottor Voll ha assegnato una corrispondenza, interdipendenza, conformità ad organi e parti di essi, su cui possono essere effettuate le correlazioni che sussistono fra di loro, partendo dalla anamnesi, a cui è possibile applicare il ragionamento clinico diagnostico, terapeutico, sia di medicina convenzionale che integrata. Ad esempio, il vaso della degenerazione nervosa, che va analizzato per il suo problema, comprende vari punti di misurazione, midollo lombare e sacrale, vasi linfatici del Sistema Nervoso Centrale, sistema nervoso vegetativo, arterie del SNC, Sistema Nervoso Centrale e Periferico, meningi, molti altri di interesse per la sintomatologia espressa dalla persona in esame, le correlazioni vanno eseguite con tutti gli altri punti.

Maggiori informazioni le può ottenere su quanto ho scritto nel Minforma:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=51826

[#8] dopo  
Utente 613XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la sua chiarezza e disponiblilita'.
Cordialita'.