hiv  
 
Utente 332XXX
Gentili medici, avrei una domanda la cui risposta dipende piú dall'esperienza che dai libri. Leggendo le varie cause di trasmissione di hiv (per la maggior parte dovuti a rapporti omo/etero, droghe endovena, trasfusioni e trasmissione verticale) mi sono accorto che per quasi il 10% dei casi (dall'8 al 13% a seconda della fonte) è indicata la dicitura "altro/non specificato". Ai miei occhi questa cosa risulta in questo modo: quasi un sieropositivo su 10 non sa come ha contratto l'infezione o comunque non é stata uma modalitá di trasmissione "convenionale". Da qui la mia domanda...é capitato di diagnosticare l'infezione a persone che non avevano fattori di rischio? É davvero cosí rilevante l'esposizione ambientale furtuita e spesso inevitabile (taglietto per strada, graffio con uno spuntone di plastica su una panchina, taglio con coltello al ristorante ecc...)? Se cosí fosse il virus sarebbe "dietro l'angolo" per tutti, anche per chi lo evitano con mille accorgimenti. Grazie mille per il tempo e per le delucidazioni
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
vi sono dei pazienti che in anamnesi, complice una vita sessuale turbolenta e rischiosa, non riescono a risalire a quale tipo di rapporto possa averli infettati. Specie se non non hanno fatto uso di droghe, per quello che dichiarano.
Sono questi che annotiamo con la dicitura "altro/non specificato"
Perciò l'evenienza di prendere l'HIV ai giardinetti graffiandosi ad una panchina è pura fanfasia.
Si tranquillizzi.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la rapida risposta, perció ritiene che i contatti indiretti e comuni ferite di tutti i giorni (come quelle che possono verificarsi in ufficio, a mensa ecc) non siano una modalitá di trasmissione parenterale che richiedano un test?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Assolutamente no.
Buona serata.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2014
Grazie ancora, buona serata a lei!