test  
 
Utente 443XXX
Salve,
Vi racconto in breve la mia situazione che mi sta mettendo grande ansia in questi giorni.
Io e mia moglie aspettiamo un figlio (lei è alla 10 settimana), il ginecologo ci ha prescritto delle analisi del sangue per controllo, tra questi, l'hiv.
mia moglie ha tutti i valori nella norma e hiv negativo. Io ho quest'ultimo valore "dubbio" a detta del medico che mi ha refertato. Ho fatto 2 volte le analisi per conferma ed entrambi sono uscite con un valore di 1,90. (al di sopra quindi del valore 1 che è la soglia)
Mi hanno detto che potrebbe essere un "interferenza", non ho capito molto perché in quel momento mi si è chiuso stomaco e cervello dall'ansia. Interferenza da parte di un anticorpo che non sapevo di avere e secondo loro potrebbe essere qualcosa che derivi dalla tiroide.
Mi hanno detto di non preoccuparmi perché il valore è molto vicino alla soglia ed era preoccupante se era tipo 8, 10, 12.. non so più che pensare.. mai avuto rapporti al di fuori di mia moglie negli ultimi 8 anni. mai drogato. ultimi mesi (a memoria mia) non ho avuto tagli e/o sanguinamenti. non faccio un lavoro "a rischio" di infezione.
Mi hanno comunicato questa mattina, dopo l'arrivo della seconda analisi che conferma il valore dubbio, che hanno inviato il mio campione di sangue al laboratorio per il controllo wester.. o qualcosa di simile.. e le risposte non arriveranno prima di martedì/mercoledì.
Ho paura del risultato, e ora ho paura anche di sapere cosa mi abbia comportato questa "interferenza", se di interferenza si tratterà. Ho paura di avere qualcosa alla tiroide (anche se 2 settimane fa ho fatto un eco al collo completo per 2 linfonodi del collo leggermente ingrossati ed è risultato tutto nella norma), ho paura di scoprire qualsiasi tipo di malattia. non so più che pensare. cerco di stare tranquillo per non spaventare mia moglie ma non sto bene.. se potreste aiutarmi, ve ne sarei grado.. grazie per il vostro lavoro.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
guardi il valore che riporta è quello di una cross reaction con un anticorpo interferente che può essere ascritto alla tiroide, se ha una tiroidite, ad una infezione virale aspecifica e asintomatica, ad una causa che non si troverà mai.
Il suo test potrebbe essere daro come negativo: 20 di assorbanza sarebbe un risultato sicuramente più preoccupante.
Faccia lo Western Blot per conferma anche se io lo avrei associato con un NAT test che rivela la presenza dell'acido nucleico virale nel sangue.
Se non c'è acido nucleico non c'è infezione da HIV e il test è da considerarsi un falso positivo.
Faccia sapere se vorrà ma stia tranquillo nel frattempo.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
grazie dottore per la risposta.. in parte mi ha confermato quello che mi è stato riferito dall'infermiera della clinica dove ho fatto le analisi.. Mi hanno confermato che il campione del sangue è stato inviato per fare la western blot.. e che il risultato non sarà pronto prima di mercoledì.. sono in ansia.... parecchio.. ho anche paura ad avere rapporti con mia moglie.. e questo non fa che aumentare il malessere, nonostante non sia successo niente perché io abbia questa diamine di hiv.
quelle ipotesi che mi ha accennato (tiroidite, virus, ecc ecc..) che possono comportare? sono gravi? grazie per la risposta Dottore ma sto veramente in pensiero.. per me, per mia moglie e per il piccolo che porta in grembo..
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Comportano i problemi legati alla causa che ha provocato la cross reaction cioè il falso positivo.
Vediamo intanto il risultato dell'Immunoblotting e poi ne riparliamo.
A presto,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 443XXX

Iscritto dal 2017
dottore! ho ritirato le analisi! e ringraziando Dio è tutto negativo!! un grande sospiro di sollievo.. ora secondo Lei cosa devo fare per capire cosa sia successo? mi consiglia altre analisi? grazie mille per l'aiuto
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
non deve fare nulla.
Ha già fatto il necessario.
Si rilassi e basta con i prelievi.
Son cose che capitano e spesso è impossibile trovare la causa.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.