Utente 396XXX
Buonasera,

Vi scrivo perchè circa una settimana fa ho avvisato una bolla d'acqua sul mio glande, che dopo circa due giorni si è sgonfiata e dopo aver perso l'epiderme ha lasciato una piccola macchia rossa. Mi sono recato in un centro MST e mi hanno fatto un test per la sifilide (che dopo un ora mi hanno comunicato essere negativo) e un test per l'herpes (del quale no. Ho ancora I risultati. Mi hanno mandato a casa prescrivendomi una crema contro l'herpes due volte al giorno per una settimana. A distanza di giorni la macchia rossa è cresciuta, non fa male (e non mi ha fatto mai male) ed è piana non ha bordi in rilievo come quelli del classico sifiloma, e secerne continuamente liquido trasparente. Oggi sono andato di nuovo, mi hanno detto di continuare con la crema (che ed ho messo solo un giorno perchè nessuno capiva la ricetta el, medico) e mi hanno prescritto del chinosol compresse 0,5 mg solubilr in acqua, devo sciogliere la pasticca ed immergerci il pene per 15 min ogni sera . ho effettuato uno screaning completo per le MST (per fortuna in Germania non si paga nulla), ma sono molto sfiduciato perchè anche al tatto oggi per la prima volta, questa macchia sul glande mi è sembra che nella sua profondità risultasse dura. Secondo voi si tratta di sifiloma, anche se la macchia non risulta "scavata"? Rifaró gli esami tra poco piu di due settimane e vedremo, ma ho paura che il periodo finestra possa portare ad un eventuale secondo falso negativo, non orrei perdere tempo ed ho paura che una eventuale cura possa essere poi in efficace (per me e per le persone con cui ho avuto rapporti negli ultimi mesi) Ho da circa due mesi una partner fissa, credete che faccia gia adesso anche lei le analisi riguardo la sifilide anche se I miei esami sono negativi? 5 giorni prima del momento in cui mi sono accorto di questa bolla d'acqua ho avuto un rapporto orale passivo con una mia amica, pensate che possa avvenuto in quell'occasione il contagio o è inverosimile stando alla tempistica dell'ipotetico sifiloma?
I medici non mi hanno detto che tipo di analisi del sangue mi hanno fatto quale secondo voi sarebbe il test migliore da fare in questo momento? (Ho paura di avere avuto un falso negativo e di averne un altro tra due settimane)
Ultima domanda. Nel weekend tornerò in italia per passare tempo con la mia famiglia e vivrò nella stessa casa, condividendo bagni, cucina, etc etc anche con persone anziane con trascorsi di malattie cardiovascolari serie e difese immunitarie molto deboli, data anche la scarsa mobilitá, e bambini. Credete che sia il caso di non andare per una possibiltá di contagio? Che precauzioni mi consigliereste di prendere in caso andassi?

Grazie infinite per la vostra disponibilitá, e scusate per il lunghezza di questo post.

Grazie mille in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
le conviene, per tagliare la famosa testa al toro, effettuare il dosaggio degli anticorpi specifici IgM ed IgG (ci sono varie metodiche) anti Treponema che compaiono precocemente e sono molto più attendibili in fase precoce della VDRL e del TPHA che comunque può rifare.
In caso di positività delle IgM va avviata immediatamente la terapia con Benzilpenipcillina Benzatina.
Di più per via telematica non posso dirle.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore per la sua risposta dottore, chiederó di effettuare questo test al prossimo appuntamento tra 17 giorni o crede sia il caso di provare a farlo prima?
Per quanto riguarda la questione del possibile contagio indiretto ai miei famigliari pensa che debba prendere delle precauzioni particolari o posso andare tranquillo?

Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lo può fare anche domani il dosaggio degli anticorpi.
Ovviamente a casa tenga ben separati i suoi asciugamani da bidet.
Saluti,
Dott. Caldarola.