Utente 459XXX
A luglio 2016 ho eseguito un tatuaggio.
Durante i primi giorni di ottobre ho avuto febbre molto alta durata circa una settimana e scomparsa a seguito di terapia antibiotica. Dopo altri sette giorni in stato di salute nella norma si ripresenta la febbre. Era domenica. Mi reco dalla guardia medica che mi prescrive Zimox. Il lunedì successivo mi reco al pronto soccorso con febbre a 39. Vengo ricoverato per polmonite che poi si rivelerà dovuta a infezione da stafilococco mrsa.
Ad oggi sto bene ma ho subito l'impianto di una valvola tricuspide biologica e pacemaker: l'iniezione aveva provocato una grave endocardite su tricuspide.
Tenendo conto che il tatuaggio non ha dato nessun problema in fase di realizzazione e neppure in fase di guarigione (nessuna sanguinamento, arrossamento, prurito e quant'altro), puó essere stato il colpevole dell'infezione?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
è molto improbabile.
Endocarditi devastanti con vera distruzione tricuspidale sono tipiche dei tossicodipendendi che si iniettano preparati in vena non sterili.
Se lei non appartiene a questa categoria a rischio, le cause possono essere tante.
L'importante che ora stia bene.
Passi un buon w.e.
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio dottor Caldarola.
Al termine del mio ricovero i medici hanno capito di non trovarsi di fronte a un soggetto appartenente a categorie a rischio, anche in virtù delle analisi che hanno escluso qualunque contatto con hiv, epatiti, tbc, contatti pregressi con stafilococchi o altro. Effettivamente conduco una vita abbastanza normale e non ho mai avuto problemi di salute di alcun tipo.
Per quanto incompetentemente in materia ho indagato molto sulla questione e mi ero sentito di classificare con improbabile la causa del tatuaggio.
Le dico anche che sono abbastanza tranquillo e spensierato, a parte un po' di dispiacere per l'impianto del pacemaker e qualche brutto pensiero, sporadico, dovuto al fatto di non aver minimamente compreso l'origine di questa infezione da stafilococco.. per giunta resistente!
Nella sua esperienza non si può fare nulla per stilare una lista di cause probabili? Mi può gentilmente indicare alcune delle tante cause che lei ritiene possibili escludendo tossicodipendenze?
Grazie infinite