Utente 610XXX
Buona sera, mercoledì 03/12/2008 sono stata operata di alluce valgo bilaterale dx e sx con ricovero ospedaliero x 2 notti (anestesia spinale)
vabbè la faccio breve dopo avere sofferto i dolori( che nemmeno gli ebrei operati da Goring ad Auswiz hanno patito) i medici hanno deciso di mettermi sotto morfina in vena con una flebo ed una pompa elettronica (avrei preferito il coma farmacologico!!)
ora vorei chiedere in teoria (per quanti gg il dolore sarà così lancinante?) ovvero siccome sono a casa adesso e utilizzo oxicontin 10 mg, per quanti gg docrò continuare ad usarlo? +/- una previsione massimalistica si può fare??

Ora vorrei fare un appello a tutti i medici in italia (anche ai suoi colleghi ortopedici)
NON DITE CHE L'ALLUCE VALGO "OPERARSI" IL DOLORE C'è MA è CONTROLLABILE

DITE LA VERITà CHE FA MENO MALE AVERE BRUCIATURE DI 3' GRADO SUL 100% DEL CORPO!!!!! DITE CHE è UNA COSA IMPOSSIBILE DA SOPPORTARE E PER FAVORE DITE CHE IN ITALIA (NON SI SA COME MAI) I MEDICI NON VOGLIONO DARE OPPIOIDEI E CHE VI LASCIANO AL PROPRIO DOLORE!!! ALMENO LA GENTE (POVERA GENTE NON SI OPERERà PIù) E CHI LO FARAì SI PROCURERà LA "DROGA" PRIMA!!!
HO SOFFERTO TROPPO NON OPERATEVI è DAVVERO UN SUICIDIO!!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
buongiorno Signora,
lungi da me contraddirla su alcune cose.
L'intervento di correzione per alluce valgo è uno dei più dolorosi che ci sia.
La terapia antalgica con oppioidi e FANS (cito la mia esperienza) va iniziata in concomitanza con il termine dell'intervento e prima che l'effetto della anestesia subaracnoidea cessi.
Il controllo dell'efficacia della terapia antalgica VA FATTO DALL'ANESTESISTA.
La contraddico invece sul fatto che in Italia i medici non vogliono dare oppiacei... le ribadisco che una corretta terapia antalgica prevede tranquillamente l'uso di questi farmaci e di certo gli Anestesisti non si precludono questa strada.
Ovviamente con ustioni di terzo grado avrrebbe sofferto meno essendo i recettori periferici del dolore ormai definitivamente compromessi, ma il paragone non può essere certo fatto!

Ora al di la del suo comprensibile sfogo, la terapia che sta facendo con l'ossicodone è di qualche beneficio? le sta dando degli effetti collaterali? A mio avviso vi è possibilità di complementarla con dei "robusti" FANS tipo ketorolac o ketoprofene e progressivamente ridurre l'ossicodone.
Questo che io le scrivo NON è una prescrizione, infatti non vi sono dosaggi e modalità di somministrazione. Non è nell'etica e nella correttezza che ci si impone su questo sito.
Per questo DEVO ovviamente rimandarla al suo curante o, se le è possibilie, contatti anche per telefonol'anestesista che era in sala con lei.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 610XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottore, innanzi tutto volevo dirle che il mio sfogo era dato dal fatto che i pazienti non vengono informati dapprima a cosa andranno incontro:
un vero medico serio deve dire prima di operarsi:
CHE IL DECORSO POST OPERATORIO è UN SUICIDIO!!!! IL DOLORE è TREMENDO E NON SOPPORTABILE!!!

ora a distanza di 4 gg dall'intervento soffro ancora, ma con robuste medicine e lei sa a cosa mi riferisco!!!!!! (che sottolineo mi sono dovuta procurare da me in quanto i medici di prescrivono al massimo del toradol . che nel mio caso non mi ha dato ne mi da alcun effetto di sollievo.

Purtroppo oxicontin ho dovuto procurarmelo da me!!! è mai possibile che conoscevo questo farmaco grazie alla sop opera televisiva dr house??? che tra l'altro negli states si chiama in un altro modo.

Ho dovuto fare il "fai da te" per sopravvivere, ma elmeno riesco a sopportare il dolore,

ora capisco gli istinti suicidi di molti terminali (vengono lasciati al dolore senza alcun tipo di cura, e non hanno la capacità ne la possibilità economica di procurarsi i farmaci sopra scritti!!!!

comunque ne prendo una pastiglia ogni 12 ore da 10 mg ed in mezzo utilizzo 10 gocce di toradol.

Spero di poter smettere il prima possibile,in quanto rimango "rimbambita" tutto il giorno, almeno comunque riesco a dormire qualche ora l'unico effetto collaterale che mi ha dato è la stipsi che ho risolto con una dieta comprensiva i crusca, e prugne secche.
per il toradol l'effetto "urcerante" l'ho risolto con un blando gastroprotettore.


Cordiali saluti

e spero di smetterla di soffrire presto
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Lei assume quindi solo 20 mg di ketorolac nelle 24 h! (10 gtt/10 mg X 2).
Questa posologia è indubbiamente sottodosata.
Contatti subito il suo medico perchè vi è un buon margine per aumentare il Ketorolac nell'arco della giornata.
Tra un paio di giorni sostituirei l'ossicodone con qualcosa di simile ma più blando ma sempre continuando con il ketorolac: cioè con del tramadolo in gtt. Va bene la protezione gastrica più che da FANS, da stress... iatrogeno!
Mi fermo qui.

P.S. Il vero medico serio non dovrebbe dire: "CHE IL DECORSO POST OPERATORIO è UN SUICIDIO!!!! IL DOLORE è TREMENDO E NON SOPPORTABILE!!!
ma pur anticipando ciò, rassicurare il paziente che grazie ad una corretta terapia antalgica lo cercherà di tenere sotto controllo. E poi prescriverla ovviamente....
Saluti
[#4] dopo  
Utente 610XXX

Iscritto dal 2008
grazie dorrore, a distanza di 23 gg il dolore è notevolemtne diminuito, tra 15 gg toglierò i ferri e ricomincerà il tutto,,,,,
Felice anno nuovo
[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Nel senso che dovrà sopportare tutto il calvario del dolore?
Non penso, non è come aver fatto ex novo un intervento correttivo, e quindi il dolore è più controllabile con una terapia più blanda di quella fatta in quest'ultimo caso.
Buon anno a Lei