Utente 262XXX

Salve,
sono una ragazza in cura da circa un anno e mezzo per bipolarismo (tipo 2), abbastanza lieve, in questo anno ho assunto carbamazepina, entact gocce, depakin , con ottimi risultati, attualmente il mio medico mi ha anche diminuito la terapia perché sto molto bene.

Alla terapia farmacologica con lo psichiatra ho associato psicoterapia con una psicoterapeuta, anche questa molto utile

Il "problema" per cui vi scrivo, è che avverto un senso di attrazione per il mio psichiatra, molto più grande di me.
Siamo certamente molto in sintnoia e lo reputo una persona molto intelligente e intellettualmente interessante.

A cosa potrebbe essere legata questa atrrazione fisica?

Non è oggettivamente un bell'uomo e potrebbe essere mio padre.

Escludo di parlargliene perchè mi vergognerei terribilmente... quale potrebbe essere la causa di questa cosa?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro
52% attività
16% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Cara Utente,

senza conoscerla non è possibile dirle con certezza da cosa dipenda la sua attrazione.
Ne ha parlato allo psicologo che la segue?
Sarebbe utile che lo facesse.

Una spiegazione potrebbe forse essere che, proprio perchè lo psichiatra "potrebbe essere suo padre", la sua attrazione dipenda dal fatto che per lei rappresenta una sorta di figura paterna.

Che rapporto ha con suo papà?
C'è qualcosa di irrisolto con lui o un legame forte?
E' fidanzata?
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dottoressa,
no non ne ho parlato con nessuno perchè la cosa mi mette molto in imbarazzo.
In realtà, non è la prima volta che mi succede di provare attrazione per uomini molto più grandi di me, in passato mi è accaduto con un mio tutor universitario, di cui sono stata invaghita a lungo prima di riuscire a "uscirne".
Sono felicemente fidanzata ed ho molti progetti col mio ragazzo, lo amo moltissimo e mi sento anche un po' in colpa per via di questi pensieri che ho verso il mio medico, anche se non accadrà assolutamente mai nulla e non gli darò mai seguito.
Con mio padre non credo di avere un rapporto strano...è sempre stato presente nella mia vita ed affettuoso, non saprei individuare un problema con lui onestamente, nonostante abbia delle caratteristiche caratteriali particolari (soffre di un lieve disturbo schizo - paranoide di personalità, attualmente ben controllato, che gli ha però causato in passato un episodio psicotico conclamato, poi risoltosi). Tuttavia, la mia attrazione per uomini più grandi è antecedente alla diagnosi di mio padre.
Effettivamente, vedo il mio psichiatra come una figura molto comprensiva ed amichevole, mi ha sostenuta ed aiutata moltissimo in momenti pessimi soprattutto all'esordio del mio disturbo.
Lo reputo anche una persona molto intelligente.
E fin qui non ci trovo nulla di male...
Però non capisco l'aspetto dell'attrazione fisica... mi spiazza molto e mi stupisce nello stesso tempo.
Come è possibile?
Mi pare assurdo.
[#3] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro
52% attività
16% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Se oggettivamente non lo reputa un bell'uomo è possibile che l'attrazione per i suoi aspetti caratteriali glielo faccia percepire lo stesso attraente anche dal punto di vista fisico.

Ha delle caratteristiche di personalità che le piacerebbe ritrovare in un padre e che suo padre magari non ha?
[#4] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Possibile...
Forse il fatto che sia molto comprensivo e che riesca a capire i miei stati d'animo.. mio padre purtroppo, non per sua volontà, ma proprio per il suo modo di essere, manca molto di empatia ed ha molte difficoltà ad immedesimarsi negli altri e comprenderne sentimenti e stati d'animo, nonostante si impegni per essere (e sia stato) un buon padre.
[#5] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro
52% attività
16% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
E' quindi possibile che lei apprezzi in uomini più grandi quelle caratteristiche che suo padre purtroppo (non certo per colpa propria) non possiede e che sarebbero tanto preziose per una figlia.

Questo le fa provare dell'attrazione che in realtà ha una motivazione tutt'altro che sessuale o sentimentale, ma che in ultima analisi è di tipo filiale e le fa comprendere quanto le sia mancato essere compresa come le sarebbe piaciuto essere.
[#6] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la sua spiegazione e disponibilità!
Secondo lei come potrei risolvere la cosa?
Io non voglio cambiare psichiatra, perché mi trovo molto bene dal punto di vista della terapia ed avrei difficoltà a fidarmi di una nuova persona.
[#7] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro
52% attività
16% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Perchè cambiare psichiatra ora che ha capito di non avere affatto delle "mire" su di lui, ma di apprezzarne semplicemente l'empatia e il modo di fare?
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Cara Ragazza,
In sintonia con quanto le è stato già detto dalla collega, le ribadisco che si chiama trasfert, e serve per la sua cura.

In questo caso è un'attrazione dalla dimensione della cura, succede ed è anche utile, ne discuta con lui, la adopererete in terapia.

Se però è attratta da uomini più grandi di lei, la fascinazione da rapporti asimmetrici, e da Edipo irrisolto, andrebbe investigata in terapia.