donna  
 
Utente 174XXX
buongiorno, ho voluto contattare direttamente il vostro sito perchè su internet si trovano troppe informazioni che per la maggiore sono contrastanti una con l'altra non si comprende nulla...vorrei soltanto sapere se mio fratello può stare tranquillo o meno in quanto nel mese di marzo 2017 verso la fine ha avuto un rapporto non protetto con una donna portatrice del virus hcv (anche se la stessa dice che la malattia è bloccata, probabilmente è in cura..) e gli ho fatto fare nel periodo di Aprile - Giugno 2 test anti hcv ( e tutti e due risultano negativi anzi il primario gli ha assicurato che non è stato assolutamente infettato ma a me rimangono i dubbi perchè si dice che il periodo finestra sono di 6 mesi per la ricerca degli anticorpi...) a Luglio precisamente la metà del mese (quasi 4 mesi dal rapporto a rischio) per sicurezza gli ho fatto fare anche un test che va a rilevare il virus direttamente nel sangue (hcv rna) ed è risultato negativo e negativo anche riguardo l'hiv (ha fatto anche quel tipo di test) quindi da come ho capito è da star tranquilli perchè la maggior parte dei dottori da per scontato che quel tipo di test a distanza di 3 mesi è affidabile al 100 % però ho letto su internet che a volte bisogna ripetere l'hcv rna dopo un anno(considera che solo quel sito dice una cosa del genere perchè tutti gli altri parlano di affidabilità immediata del test hcv rna dopo 3 mesi) quindi resto ancora preoccupato perchè aspettare un anno per noi è tantissimo...quindi vorrei avere chiarezza grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
se suo fratello ha fatto l'HCV RNA ed è risultato negativo non ha contratto il virus.
Se ne rallegri suo fratello e lei che al medesimo sembra particolarmente affezionato: sembra che la situazione l'abbia vissuta lei e non il fratellino.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Effettivamente ha ragione sono stato molto in ansia per questo problema (da 5 mesi), ma ad oggi sono molto più sereno, anche grazie a lei che, se mi permette, è stato egregio nel suo mestiere (per di più a livello gratuito..) in quanto La sua risposta è stata chiara e diretta e senza tutti quei giri di parole...Le sono sincero, sapevo abbastanza che mio fratello stesse bene perchè i dottori mi dicevano anche che può donare il sangue, però peccando d'ignoranza e mettiamoci che internet mette molta confusione.... ero arrivato al punto di voler avere una ultima conferma/chiarimento che mi togliesse anche gli ultimi dubbi e ripeto sono stato felice di ricevere la sua risposta;

un carissimo saluto
[#3] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi dottore ho appena fatto l'errore di leggere un articolo su internet ma per caso neanche volevo, che mi ha ributtato in brutto sconforto in quanto dice che Un valore negativo (test hcv rna PCR) non indica assenza del virus,
per cui non può essere utilizzato per escludere
la presenza di infezione.

mi auguro che lei possa ridarmi certezze mi scusi ma internet lo toglierò definitivamente non può essere che è uno strumento distruttivo
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Le ridò la certezza persa.
L'assenza di HCV RNA è usato nei centri di raccolta sangue per confermare i test di screening.
Spero che questo le basti.
Si tranquillizzi.
Saluti.
Dott. Caldarola.
[#5] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Rinnovo il grazie per la disponibilità, e mi scuso.
Vorrei specificare che il sito dove ho letto quelle informazioni non è neanche firmato probabilmente qualche bozza amatoriale (mi dava quella impressione) e poi unico in assoluto che dava tali informazioni;

allora rimango con la sicurezza che con il test HCV RNA di ultima generazione (penso sia di ultima generazione perchè il dottore che ha fatto il test a mio fratello mi diceva che è talmente sensibile che può rilevare il virus anche il giorno dopo il presunto contagio, ed consideri che mio fratello lo ha fatto 4 mesi dopo il presunto contagio..) sia sicuro e affidabile per escludere l'infezione e poi a maggior ragione dicono che può donare anche il sangue.

le auguro ogni bene, saluti.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo definitivamente e archivi questo argomento.
Il Paziente potenziale NON è un Paziente.
Quanto meno non per infezione da HCV.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#7] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore, in ultimo le chiedo se i laboratorio ospedali pubblici utilizzano tutti la tecnologia NAT riguardo il test hcv rna che da come ho capito e la piu affidabile. Se non fosse tecnologia NAT comunque un riscontro negativo dopo 3 mesi qualsiasi metodologia venga utilizzata e' da considerare lo stesso definitivo. Grazie di tutto e soprattutto la pazienza.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
non amo essere ridondante e ripetere all'infinito le stesse cose.
Il Paziente che ha fatto l'HCV RNA è risultato negativo alla presenza di acido nucleico.
Ciò significa che non è affetto da infezione da HCV!
Si intende che questa è l'ultima volta che le rispondo su questo argomento.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore e perdoni la mia insistenza....comunque ha fatto bene ad essere anche un po duro...devo dire che mi ha svegliato e giuro non andro piu a vedere internet a meno che non siano siti sicuri e firmati da dottori come voi. Con l'occasione le porgo i miei piu distinti saluti.
[#10] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottore mi perdoni se mi sono permesso di farle una nuova domanda però ho voluto provare...ho capito benissimo che se il test hcv rna è negativo non ha contratto il virus ma vorrei soltanto precisare che mio fratello ha fatto il test HCV RNA non dopo 3 mesi (ho appena avuto questa conferma) ma dopo 75/80 giorni circa quindi vorrei sapere se la il test è ugualmente affidabile; inoltre il 18 Agosto 2017 ha fatto un ulteriore test con tecnica HCV chemiluminescenza (spero di aver scritto bene) a 110/115 giorni dall'ipotetico rapporto a rischio e penso sia un test di 3 o 4 generazione perchè ho letto che per legge i laboratori (inclusi ospedali pubblici) devono adottare tecniche di 3 o 4 generazione, ed è risultato tutto negativo; Le chiedo se a questo punto devo stare tranquillo e se posso evitare di aspettare i 180 giorni previsti per fargli fare un altro test di conferma....mi scusi se disturbo sempre lei ma mi da molta fiducia.

cordiali saluti