Utente 459XXX
BuongiornO,chiedo un parere sulla decisione del chirurgo toracico,che decide di operare mia madre a settembre, fra un mese circa. Mia madre, 58 anni, è affetta da sclerosi multipla da circa 20 anni, ed ha eseguito degli esami per sottoporsi alla terapia immunosoppressiva.Dalla tac con contrasto si è evidenziato un nodulo polmonare di 7 mm con margini regolari nel lobo inferiore sinistro è attaccato alla pleura.La seguente Pet ha rilevato lo stesso nodulo ma definendolo a" lento e tenue metabolismo".Mia madre non ha mai fumato ma ha una genealogia con precedenti episodi di tumore al polmone(il padre).Il chirurgo decide di operare in endoscopia ed esimanare successivamente il nodulo,per poter andare avanti nella terapia di immunosoppressori, in quanto non gioverebbero, alla salute del nodulo.
Chiedo un consulto ulteriore , mia madre è seguita a Prato.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno

Considerando le caratteristiche quanto meno dubbie del nodulo, la scarsa invasività del trattamento videotoracoscopico proposto e la necessità di continuare la terapia immunosoppressiva per la sclerosi multipla, mi trovo in linea di principio d'accordo con l'indicazione data dal collega.

Questo, ovviamente, con i limiti di una valutazione online su una documentazione riferita e senza la possibilità di valutare le immagini.

Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio della sua pronta risposta, e mi riservo di scriverle più avanti dopo l'operazione.Grazie mille davvero. Mi chiedevo se posso inviare l'immagine pet a qualche indirizzo per avere una maggiore delucidazione.