Utente 439XXX
Egregi Dottori, a 2 settimane dall'intervento ho ancora le idee molto confuse. Ascolto diverse persone che come me hanno la tiroidite cronica e stanno solo seguendo una cura. Avevano il collo gonfio ma nessuno ha fatto loro una palpazione o consigliato una ecografia. Io ho cominciato 6 mesi fa ad avere una febbricola accompagnata da stanchezza, da qui le analisi. Ho scoperto di essere anemica ma da quando prendo il ferro sto molto meglio e non ho più febbre. Dalle analisi risultava solo anti-tipo tireoglobulina 644(molto alta) anti-tipo 16, TSH 1.94 , FT4 10.3 quindi il resto buono. L'ematologo dalla palpazione ha sentito una ghiandola ingrossata così mi ha detto di eseguire ecocolordoppler dal quale si è visto un nodulo e successivamente l'agoaspirato dal quale è risultata una lesione sospetta (tir 3b). Non mi ha detto nulla della tiroidite cronica e mi ha detto solo che dovevo operarmi. Nel frattempo mi sono trasferita e ho dovuto rimandare il tutto. Dopo due mesi mi reco in ospedale dove l'endocrinologa mi pone in lista operatoria d'urgenza e scopro di avere una tiroidite cronica. Dopo una settimana mi fissano la data dell'intervento. Sono molto confusa. Quasi sempre l'agoaspirato ha dato questo risultato stando alle altre esperienze, ho l'impressione che si taglinla testa al toro per stare tranquilli. Si può ripetere l'agoaspirato? Come mai gli altri stanno solo facendo una cura ed io che cmq stavo bene e ora ancora meglio dopo la cura di ferro devo operarmi? Se avessi fatto subito una cura probabilmente il nodulo non avrebbe avuto vita? E se non fosse stato per quella febbricola io nemmeno avrei saputo del nodulo e avrei continuato a vivere come se niente fosse. Perché io ho dovuto fare un agoaspirato e tante come me no? Vi prego datemi una riaposta, vorrei affrontare l'intervento serenamente.so che sono molte le domande ma Ho già tanta paura e vorrei sapere se sto facendo la.cosa giusta.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
lei ha un gozzo e nel suo contesto un nodulo che appare fornire un risultato citologicamente sospetto per carcinoma.
L'agoaspirato si può ripetere ma cui prodest ripeterlo? Se alla sua tranquillità lo ripeta pure.
Inoltre l'ematologa le parla di tiroidite cronica: e su quali basi?
Potrebbe riportare le ultime analisi, tutte, che ha fatto, con i valori di riferimento del suo laboratorio?
La presenza di un noduloTIR 3B è suggestivo per carcinoma in una percentuale del 15% - 30% dei casi, per cui le linee guida consigliano l'asportazione del nodulo per la verifica istologica, dato che quella citologica spesso è poco probante.
Il resto delle domande mi paiono come quelle del tipo "perchè nasciamo, perchè soffriamo, perchè moriamo?" a cui non si può dare risposta.
Le consiglio di affidarsi ad un chirurgo endocrinologo presso un centro di eccellenza e lasciare che gli altri gestiscano professionalmente il suo problema. Pisa è uno dei più validi.
I chirurghi andrologi non sono indicati in questa patologia.
Lei non può autogestirsi.
In quanto alla scelta di non operararsi: personalmente non sono d'accordo; tuttavia se lei sceglie questa opzione sia consapevole dei rischi a cui potrà andare incontro nel tempo.
Un discorso come il suo si fa a 90 anni non poco dopo i 30 anni.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Gentilissimo Dottor Caldarola,
La ringrazio per la tempestività con cui mi ha risposto. Mi rendo conto che alcune domande resteranno senza risposta. Dopo tanta esitazione sono giunta alla conclusione di operarmi, questa ormai è una certezza nonostante le preoccupazioni. Sapevo di Pisa ma per me è impossibile spostarmi al momento, avrei dovuto rimandare a gennaio e non sarei tranquilla. Purtroppo avevo deciso di affrontare il tutto nella mia città, ma mi sono dovuta trasferire e qui a Trento non ho Delle esperienze dirette ma parlando col chirurgo ho avuto una sensazione positiva, spero solo vada tuttoper il meglio.
Intanto mando le analisi del sangue per sapere il suo prezioso parere.
Consideri che queste sono le ultime che ho ripetuto a maggio solo per controllare il ferro.
Globuli bianchi 9.82 (4-10)
Globuli rossi 5.24 (3.80-5.10)
Piastrine 247 (130_400)
Emoglobina 11 (12-16)
Ematocrito 36.4 (37-47)
Volume corpuscolare 69.4 (81-99)
Concentrazione HB 21(27-31)
Mchc 30.2 (30.2)
Rdw 23.2 (11.5-15 .5)
Neutrofili %74.1 (45-75)
Linfociti % 17 (20-48)
Monociti%. 7.5(2.5-12)
Eosinofili % 0.6 (0.5-5.5)
Basofili % 0.7( 0.2-2.0)
Neutrofili # 7.28( 1.80-7.50)
Linfociti 1.67 (1.20-4)
Monociti 0.74 (0. 20-1.00)
Eosinofili 0.06 (0.00-0.50)
Basofili. 0.07 (0.00-0.15)
Mpv 10.5 (7.4-13.4)
Pdw 16.7 (0.0-99.0)

Reticolociti% 1.09. (0.60-2.60)
Sideremia. 3.5 (6.6-26)
Trasferrina 306 (200-360)
Ferritina 11 (13-400)
Ad aprile invece gli esami più completi:
Anti-tireoglobulina. 644( 0-115)
Anti-tipo. 16( 0-34)
TSH 1.94(0.27-4.20)
FT4 10.3 (9.3-17)

Immunofissazione siero (qualitativamente nella norma)
Proteina c reattiva 0.100 (0.00-0.80)
Elettroforesi sieroproteica
Albumina % 57.4( 50-66)
Alfa1 3.8( 2.9-5.0)
Alfa2. 8.0 (6.0-13.00)
Beta1. 6.60 (4.50-8 .50)
Beta2. 3.80 (3.50-7.00)
Gamma. 20.4. (11-19)
Albumina#. 4.48 (3.50-5.65)
Alfa1. 0.30( 0.15-0.40)
Alfa2. 0.62( 0.50-1.30)
beta1. 0.51(0.30-0.75)
Beta2. 0.30( 0.25-0.70)
Gamma. 1.59 (0.70-1.65)
Rapporto albumina/globuline
1.35 (1.10-1.80)

Proteine totali 7.80 ( 6.60-8.70)
Potrei richiedere la cartella clinica per vedere gli esami che mi hanno fatto in ospedale di preparazione all'intervento. L'anestesista mi ha detto che era tuttonella norm.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
lei ha una anemia microcitica sideropenica (da carenza di ferro) che solo un cieco non vedrebbe.Se le analisi non fossero scritte in Braille.
Ancora in compenso midollare ma certamente per poco se non si interviene.
Da dove perde ferro?
Ha menorragie o metrorragie?
Ha sanguinamenti intestinali occulti?
Comunque appuri perchè perde ferro e tenga presente che la ferritina è tanto bassa che le conviene rivolgersi ad un ematologo per un carico di ferro per via EV.
Una terapia con solfato di ferro per OS avrebbe bisogno di tempi molto più lunghi e sovente procura disturbi gastrici.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Dottore,
Sono un po' spaventata, il mio ematologo ha detto che la cura di ferro per via orale stava andando bene e mi ha rassicurata, ora sono confusa. Mi hanno detto solo di continuare col ferro fino all'operazione, nient'altro. Forse credono di dover fare priorità alla tiroide ma dopo la tiroidectomia mi farò ancora le analisi e chiederò chiarimenti. Le chiedo solo se l'anemia può dare problemi durante o dopo l'operazione, vorrei stare bene prima dell'intervento. Posso aspettare o devo correre in ospedale ed informarmi?
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
lei attualemnete ha 11gr/dl di Hb.
Ma nonostante il ferro ha 11 di ferritina.
Perchè? Lo sa? Lo hanno accertato gli ematologi?
Certamente non dipende dalla tiroide.
D'altro canto conta molto il tempo previsto per l'intervento.
Se lo deve fare tra 15 gg non è la stessa cosa che farlo tra mesi quando l'Hb potrebbe ulteriormente abbassarsi.
Credo che effettuare una infusione di uno dei nuovi preparati di ferro sia la cosa più semplice è più utile che si possa fare.
Ma questo è un parere telematico: senta pure il suo ematologo.
Cari saluti.
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Gentilissimo Dottor Caldarola, i dottori quasi tutti hanno dato per scontato che fosse dovuto alle perdite dovute al ciclo mestruale. Purtroppo il mio ematologo l'ho sentito per telefono, ora che ho cambiato città credo sia appropriato trovarne uno qui. Il medico interno dell'ospedale con cui ho fatto la visita endocrinologica e mi ha messo in lista per l'intervento, mi ha detto la stessa cosa dando poca importanza al fatto. Da domani farò in modo di rintracciarla e chiedere delucidazioni a riguardo, magari andrò personalmente in ospedale, purtroppo non ho il suo numero.
Intanto la ringrazio per la disponibilità e la pazienza.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Dimenticavo di chiedere. Dalle analisi sulla tiroide è possibile che io abbia la tiroidite cronica? Queste sono le basi sulle quali la dottoressa ha espresso il suo parere medico.
La ringrazio ancora
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
a maggio aveva la tiroidite cronica.
Per verificare adesso deve rifare gli esami.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 439XXX

Iscritto dal 2017
Gentilissimo Dottor Caldarola,
Mi ripeteró ma è doveroso.
Il suo aiuto è stato fondamentale e mi ha permesso di scoprire una parte del mio problema, a quanto pare ancora non posso stare tranquilla continuerò ad indagare.
Buone vacanze e spero di darle presto buone notizie
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Carissima,
i complimenti sinceri del Paziente al medico sono, senza ipocrisie, come una iniezione di vitamine.
La ringrazio davvero.
Mi informi quando voglia.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.