hiv  
 
Utente 429XXX
Gentili dottori, vi scrivo per sottoporvi il mio problema. Da ben 5 mesi accuso una forte sensazione di stanchezza che va e viene nelle ore più disparate del giorno.Oltre a questo, aggiungo micosi con pruriti perianali e scrotali, dermatite seborroica del prepuzio con arrossamento sopratutto serale, continue faringiti con esito dil tampone positivo allo streptococco alfa, curato con ben due cicli di antibiotici. Per ora sono in fase di Day Hospital presso il reparto MST di una struttura pubblica nazionale. Vi scrivo per avere il vostro parere al riguardo. Dalle analisi e dalle visite finora fatte sembra che non emerga niente di grave o non curabile. Oltre alle analisi di routine dove l'unica cosa che si evince è il TAS a 514 (ma da marzo è sempre cosi alto, nonostante tutti gli antibiotici, Ves e Pcr sono nella norma, quindi i medici mi hanno detto di non far caso al TAS), tutto il resto è nella norma. Hanno trovato dei parassiti (ossuri) in forma di uova nelle feci, che secondo quanto dicono i medici, assieme alla micosi, potrebbero giustificare i pruriti anali e scrotali, e una lieve infiammazioni delle vie urinarie, che non mi provoca però alcun sintomo (nonostante questo, i medici mi hanno dato un antibiotico a tal proposito). Oltre a tutti gli esami di base che, ripeto sono nella norma, ho fatto tutti i test per monucleosi (che risulta presa in passato e ora in stato latente), citomegalovirus (anche questo preso in passato e ora in forma latente), tutte le forme di epatiti, toxoplasmosi, rotavirus, vdrl, tpha, tutti con esito negativi. Mi è stata fatta anche la conta delle sottopopolazioni leucocitarie e vanno tutti beni. L'unica cosa che i medici hanno trovato è il numero dei CD4 leggermente inferiore a quanto si aspettassero, ma mi hanno detto di non preoccuparmi per ora.
Quanto all'hiv, ho fatto un primo test il 27 marzo 2017 con esito negativo, un secondo test il 25 luglio 2017, entrambi con esito negativo (test elisa di IV generazione). Nonostante questo, e anche per questo vi scrivo, il 20 giugno 2017 ho avuto un rapporto orale a rischio da attivo con una persona di cui non conosco lo stato sierologico. Questa persona senza dirmi niente ha eiaculato nella mia bocca e io sono stato costretto a sputare tutto subito. A distanza dal 20 giugno, quando è accaduto il fatto, ho aspettato 35 giorni per fare il test hiv e infatti, come già detto, il 25 luglio ho fatto un test hiv elisa di IV generazione, che è risultato negativo. La mia domanda è, a distanza di 35 giorni dal rapporto a rischio, con test negativo, posso stare tranquillo, o devo temere qualcosa secondo voi, anche in correlazione con un numero più basso dei CD4? Tutto ciò mi ha fatto entrare in uno stato di ansia costante e soffro di attacchi di panico notturni. Quale è il vostro parere al riguardo?
E a capo di tutto ciò, questa sensazione di debolezza che si trascina ormai da mesi potrebbe essere di natura psicologica o mi suggerite altro?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
la sua stanchezza e la sua sonnolenza vanno avanti, per quanto ci è dato di sapere, da aprile u.s.
Evidentemente non è da escludere anche uno stato depressivo.
Un test HIV di IV generazione è da considerarsi definitivo a 40 gg dal rapporto a rischio, ma 5 gg non fanno la differenza.
Del resto può avere conferma dai colleghi infettivologi presso cui sta eseguendo il Day Hospital.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio dottore, sia per la sua risposta sia per la velocita con cui ha risposto. Purtroppo vengo da un periodo di forte stress emotivo/psicologico a causa di questi problemi di salute che si stanno presentando assieme e dopo qualche mese che va avanti cosi sono crollato psicologicamente. Avere il parere di piu specialisti mi aiuta a vedere la cosa in maniera piu positiva. Davvero grazie.
In merito all'hiv secondo la sua esperienza quindi posso stare tranquillo?
Vorrei ripetere il test il 22 agosto, a due mesi dall'accaduto, ma non nascondo una certa ansia. Se a 35 giorni l'esito e quasi definitivo, posso ben sperare in un altro esito negativo, sintomi a parte?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non ci speri: sia sicuro che sarà negativo.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore,
ieri,come da mia intenzione, sono andato a rifare il test HIV a distanza di due mesi dall'episodio a rischio; mi daranno il risultato la prossima settimana, perchè assieme a questo test, essendo in day hospital, ci sono anche altri accertamenti che sto facendo per cercare di dare una motivazione a questa stanchezza che si trascina ormai da mesi e a giornate.
Molti dei medici che sto consultando, sia infettivologi, che medico di famiglia, che ematologi, mi dicono che se dalle analisi che sto facendo non dovesse risultare nulla ancora una volta potrebbe trattarsi di sindrome di stanchezza cronica generata da un fortissimo stato di stress incamerato negli anni e che ora sta manifestandosi cosi. Non c'è altro da fare che aspettare, cercando di non pensare al peggio, in merito all'hiv e cercare di attutire in qualche modo gli scherzi dell'ansia. Credo che buona parte dell'ansia, stanchezza a parte, andrà via una volta saputo l'esito di questo secondo test hiv.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
faccia pure gli esami che potrebbero tranquillizzarla.
Ma non le parlino di Sindrome da Fatica Cronica perchè è una entità nosologica che con lo stress c'entra nulla e chi le dice che potrebbe trattarsi di CFS probabilmente non sa di che cosa parla.
Piuttosto è da prendere in considerazione uno stato depressivo che va curato adeguatamente.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
la terrò aggionato ad ogni modo e colgo l'occasione per ringraziarla per questo suo supporto virtuale.
[#7] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
Caro Dottore Caldarola, oggi ho avuto il risultato del secondo test HIV (fatto a 62 giorni dall'episodio sopra descritto) che recita: HIV 1 e 2 ag/ab NEGATIVO. Pensa che ora posso stare tranquillo o mi consiglia un terzo test a 90 giorni?
Sapendo ormai la mia situazione, nonostante sia ancora in DayHospital presso un reparto di infettivologia vorrei scriverle qui sotto tutti gli esami/esiti finora fatti anche per avere un suo parere visto che l'astenia continua comunque ci sono giorni che mi debilita parecchio tanto da dover stare spesso sdraiato.
Globuli bianchi 4.1; Neutrofili% 38.8; Linfociti% 51.3; Monociti% 8.8; Eosinofili%0.9; Basofili%0.2; NRBC%0.1; Neutrofili#1.60; Linfociti#2.10; Monociti#0.40; Eosinofili#0.0; Basofili#0.0; NRBC#0.0; Globuli Rossi 5.07; HGB 14.1; Ematocrito 43.4; MCV 85.7; MCH 27.9; MCHC 32.5; RDW 13.2; PIastrine 208; MPV 8.6; PCT 0.179; PDW 16.7; GOT/AST 41; GPT/ALT 121 (forse motivato secondo i medici da farmaci che ho preso ultimamente); TAS 464; PCR inf0.29; Streptozyme 200; Glicemia 83; Azotemia 26; Creatinina 0.9; Bilirubina totale0.5; Bilirubina diretta0.2; Sodio 140; Potassio 3.7; Rame94; Lipasi 248; Gamma GT 19; Fosfatasi Alcalina59; LDH152; Proteine Totali8.5; Amilasi72;
Coagulazione PT% 90; PT-INR 1.07; APTT-Secondi 33.3; APTT-Ratio 1.14; Fibrinogeno Clauss 244; Antitrombina AT 113; D-Dimero 75; Sierodiagnosi Widal Wright: Salmonella typhi Antigene H Negativa; Salmonella typhi Antigene O Negativa; Salmonella Paratyphi A e B Negative; Brucella Negativa; Analisi Urine e feci (chimico e parassitologico): niente di anonimo da segnalare; TSH 1.06; Tampone Oro-faringeo: assenza di streptococco beta emol. A, flora batterica saprofita; VIROLOGIA: Sottop. Leuc. CD3 (CD3) 78%, Conta assol. CD3 1666; Sottop.leuc. CD4 29%; Conta assol. 625; Sottop. assol. CD8 44%; Conta assol. 941; Sottop. Leuc CD45 100%; Citomegalovirus IgG 116 - IgM 8.84; Toxoplasmosi IgG inf 3 - IgM 3.64; Parvovirus IgG 37 - IgM 37; Epstein Barr VCA IgG Positivo 1:128 - IgM Negativo - Early IgG Negativo; Epstein Barr EBNA Positivo 1:64; Ab Anti chlamidia Pneumoniae IgG e IgM Negative; Ab Anti Brucella IgG Positivo12.2 - IgM Negativo; AbMycoplasma IHA Negativo - IgG 78.5 - IgM 6; Elettroforesi : niente da segnalare, tutto nella norma. VDRL e TPHA Negative: HBsAg Negativo; HCV Anticorpi totali: Negativo; HAV Anticorpi totali: Presenti;
RH toracico: tutto nella norma; Ecocardiogramma: tutto nella norma e regolare. Visita con otorino tutto nella norma, ma consiglia di controllare la B12, però l'infettivologo non ne vede necessità.
Oggi ho fatto un altro prelievo e un altro tampone faringeo per investigare su consiglio del virologo su altri virus. Le farò sapere al più presto. Stante a queste analisi, cosa ne pensa? Cosa mi consiglia? La ringrazio.
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
complessivamente i suoi esami sono normali.
Il test HIV va considerato definitivo.
Se tuttavia alle indagini immunosierologiche per CMV - EBV - Parvovirus e Toxo non mi mette i valori di riferimento del suo laboratorio io devo esprimersi a "tentoni" e quindi darle una risposta non puntuale.
Se vuole integri il consulto.
Grazie.
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 429XXX

Iscritto dal 2016
Caro Dottore,
Eccole i miei valori e a seguire per ognuno i parametri dati dal Laboratorio dell'ospedale:

Citomegalovirus IgG: 116
Negativo: inf 12,0 U/ml
Dubbio: 12,0/14,0
Positivo: magg 14,0
Citomegalovirus IgM: 8.84
Negativo: inf 18,0
Dubbio: 18,0/22,0
Positivo: magg 22,0

Epstein Barr VCA IgG: Positivo 1:128
Negativo
Positivo: magg 1.16
Epstein Barr VCA IgM: Negativo
Negativo
Positivo: magg 1:16
Epstein Barr Early IgG: Negativo
Negativo
Positivo: magg 1:16

Parvovirus IgG: 37
Negativo: inf 0.9 Index
Dubbio: 0.9 Index/1.1 Index
Positivo: Magg 1.1 Index
Parvovirus IgM: inf. 0.10
Negativo: inf 0.9 Index
Dubbio: 0.9 Index/1.1 Index
Positivo: Magg 1.1 Index

Toxoplasma IgG: inf 3
Negativo: Inf 7.2 IU/ml
Dubbio: 7.2/8.8 IU/ml
Positivo: Magg 8.8 IU/ml
Toxoplasma IgM: 3.64
Negativo: inf 6.0 AU/ml
Dubbio: 6.0/8.0 Au/ml
Positivo: Magg 8.0 AU/ml

In corso sono altri esami per altri virus i cui risultati dovrebbero essere disponibili lunedì 4 settembre e che le riferirò non appena saprò qualcosa.
Con questa situazione ad ogni modo, cosa mi consiglia di fare? Quale potrebbe essere la causa di tutta questa astenia che è in me da giorni? Il professore che mi sta seguendo presso questo reparto di infettivologia sostiene di stare facendo tutte le indagini particolari ma che se non dovesse trovare niente di importante neache nei risultati del 4 settembre, potrebbe consigliarmi di portare tutte le carte presso lo Spallanzani-Forlanini di Roma...però per me sarebbe come riniziare per l'ennesima volta da capo...una sorta di pseudo-sconfitta...Può essere davvero soltanto qualcosa di carattere psicologico?
Resto in attesa di un suo parere. La ringrazio.
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Le sue sono cicatrici sierologiche.
Almeno da quello che mi ha postato non ha in atto nulla.
Vediamo le prossime analisi, a questo punto sperando di trovare una causa....anche perchè non saprei che cosa possano farle allo Spallanzani che non abbia già fatto.
Cari saluti e a presto,
Dott. Caldarola.