Utente 874XXX
SONO STATO DA DIVERSI UROLOGI ED TUTTI MI HANNO DETTO CHE LA PROSTATITE NON CREA IMPOTENZA, A CREARE IMPOTENZA E' UN MECCANISMO PSICOLOGICO DERIVANTE DAL DOLORE CHE LA STESSA PATOLOGIA PROVOCA...
SUCCESSIVAMENTE HO POSTO LA STESSA DOMANDA SU MEDICITALIA ED HO AVUTO DUE RISPOSTE DIVERSE: UNA DAL DOTT.BERETTA
CHE CONFERMA QUESTA VERSIONE
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=49258
ED UNA DAL DOTT. POZZA CHE LA SMENTISCE
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=52599
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=58112

CHI HA RAGIONE TRA I DUE? E' POSSBILE CHE CI SIANO DUE VERSIONI DIVERSE?
DOVE STA' LA VERITA? SPERO DI AVERE UNA RISPOSTA ESAURIENTE E SINCERA. DISTINTI SALUTI.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

la funzione erettile è legata ad una buona integrità dei corpi cavernosi che dovrebbero accogliere (tumescenza) e trattenere (rigidità) il sangue che viene fatto arrivare dalle arterie cavernose dilatate da stimoli nervosi di origine centrale o locale (eccitazione). Il tutto si conclude con l'orgasmo (sensazioni piacevoli centrali e generali) e con l'emissione dello sperma (eiaculazione).
Sostanzialmente la prostata partecipa solo alla ultima fase del fenomeno (produzione ed emissione dello sperma).
E' chiaro che una condizione di prostatite o di dolore cronico pelvico determinato da prostatite può incidere sulla componente della eccitazione , della "voglia", della capacità ad eiaculare, sulla "tenuta" del sistema venoso periprostatico e penieno e , quindi, possa essere motivo di "impotenza" in senso generale.
Al di là delle disquisizioni terminologiche, esistono poi modalità diverse di affrontare un problema così complesso come quello delle Prostatiti e sue conseguenze non ancora definito chiaramente dal Mondo urologico internazionale dopo anni di studi, congressi, dibattiti..... e che rappresenta negli USA la principale causa di consultazione urologica per gli uomini con meno di 60 anni.
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

ma lei abita a Venezia o a Milano?

Detto questo poi le ripeto quello che ho già scritto sul post:
http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=58230
e cioè che alle risposte mie e a quella del collega Pozza deve poi aggiungere anche quella ricevuta dal collega Izzo ed anche questa mi sembra che confermi le indicazioni da lei ricevute dai parte dei suoi urologi.

Con un problematica, come quella da lei lamentata, frequentemente succede così e le riconfermo che una infiammazione della prostata spesso porta a disturbi sulla sfera sessuale come quelli da lei riferiti.

In questi casi la "verità" è una.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com