Utente 101XXX
Salve, in seguito a degli esami è stato riscontrato a mia mamma un diabete di tipo 2, è a dieta e come unica terapia le è stata assegnata una pasticca di Slowmet da 500. Le analisi restano costantemente più o meno nella norma, la glicemia non supera mai il valore di 102 prima dei pasti ed al massimo arriva a 140 due ore dopo i pasti. Ora la domanda. Aveva iniziato la terapia e non aveva avuto alcuna controindicazione, hanno provato con il dosaggio a 750 e sono iniziati i problemi. Scariche continue di diarrea e spossatezza. Tornati al dosaggio precedente i problemi sono rimasti. Sappiamo che la Metformina ha tra gli effetti collaterali quelli appena citati ma è mai possibile che non ci siano alternative? Questa situazione la rinchiude praticamente dentro casa annullando qualsiasi tipo di vita sociale.
Grazie per la cortese attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Dionisio Pascucci
32% attività
4% attualità
12% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
è notorio che la metformina sia gravata da effetti collaterali gastrointestinali,pur essendo un farmaco di prima scelta nel trattamento del diabete mellito di tipo 2.
In genere tali effetti sono transitori, nel senso che dopo la prima settimana di trattamento, tendono ad attenuarsi e/o a scomparire del tutto.
Si consiglia comunque di iniziare sempre con il dosaggio più basso, ad es. Metformina 500 mg mezza compressa e poi incrementarlo gradualmente, se necessario.
Ma, se i valori della signora sono effetivamente quelli da lei riferiti e se è in sovrappeso l'approccio iniziale può consistere unicamente nel ridurre l'apporto calorico, evitando gli zuccheri semplici, e cercare di aumentare in qualche modo il dispendio energetico.
La rivalutazione andrà fatta dopo 3 mesi con la determinazione della glicemia e della emoglobina glicosilata, nonchè del peso corporeo.
Cordiali saluti
dr.Dionisio Pascucci
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Pascucci,
per prima cosa desidero ringraziarla per la cortese risposta e, se non le reco disturbo, vorrei informarla sugli sviluppi della terapia. In seguito ad una visita il medico ha sostituito lo Slowmet con il Glibomet. I primi 3 giorni sono andati benissimo, poi sono iniziati altri problemi. Senso di malessere, debolezza, spossatezza...il tutto ci ha portato ad un nuovo controllo dove è stata evidenziata una forte ipoglicemia (valore 54) due ore dopo i pasti. A questo punto ci è stato consigliato di interrompere immediatamente la terapia. Oggi sono 5 gg che non assume pasticche e la glicemia è stabile nei valori normali. Vero è che continua la dieta, cammina e beve circa due litri di acqua al giorno...ma non è anomala come situazione. Settimana prossima ha la visita con il dietologo e verso il 10 di ottobre le analisi dell'emoglobina glicata, cosa ci consiglia?
Grazie ancora per la sua disponibilità
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Dionisio Pascucci
32% attività
4% attualità
12% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
confermo quanto già affermato in precedenza.
Ovviamente la sostituzione con Glibomet ha determinato ipoglicemia,dato che nel prodotto oltre a 400 mg di metformina è presente glibenclamide 2,5 mg che stimola a lungo la produzione di insulina da parte del pancreas.
Il consiglio resta quello di usare basse dosi di metformina per evitare gli effetti gastro-intestinali e continuare con dieta ed esercizio fisico.
Distinti saluti
Dr.Dionisio Pascucci