Utente 422XXX
Buongiorno,
Scrissi già una volta e siete stati disponibili e gentili e poiché il problema non si è risolto e sono stata poco bene a causa dell'ansia ho deciso di scrivervi ancora sperando di tranquillizzarmi. .
Un anno fa mi sono usciti diversi linfonodi sul collo ad entrambi i lati e anche dietro. . Dopo aver fatto l'ecografia mi è stato detto che si tratta di linfonodi reattivi..Durante questo anno ho fatto sempre analisi del sangue (emocromo, ves, proteine )sempre nella norma tranne il citomegalovirus (dal quale a gennaio è emersa una debole presenza). Un mese fa ho avuto forti dolori addominali e dietro la schiena ,febbre e globuli bianchi un po alti. .Mi hanno detto che si è trattato di cistite poiché durante la menzione avvertivo un forte bruciore. .ma io sono molto spaventa pensando a un legame con i linfonodi e temendo il peggio. .Comunque questi dolori sono andati via con una cura antibiotica e non sono più tornati. Io sono seriamente preoccupata per questi linfonodi perché a distanza di un anno stanno ancora li. Cosa significa reattivi? Posso escludere brutti mali? Vi ringrazio in anticipo e vi auguro una buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho gia' risposto l'anno scorso

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/548186-linfonodi_reattivi.html

Il problema non sono i linfonodi reattivi che hanno scarso significato patologico e possono persistere ingrossati anche per anni.

Tanti saluti