Utente 451XXX
Salve,
Ho un dubbio. Se io che non ho l'epatite c ho rapporti sessuali durante il ciclo con un partner hcv+, posso essere stata infettata dall'epatite? In più ho una curiosità: ma di epatite c si guarisce? Leggo su internet pareri discordanti
Auguro buona serata a tutti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
no. Al limite potrebbe avverarsi il contrario. Se il suo partner fosse HCV negativo.
Le ricordo che l'Epatite C non fa parte delle MST: in ogni caso quando c'è sangue è d'uopo usare il preservativo, specie se un partner come nel suo caso, è sanguinante per qualunque causa.
Ciclo mestruale incluso.
Attualmente con i nuovi farmaci la possibilità di guarire, anche da genotipi di HCV particolarmente resistenti ai vecchi protocolli, è molto alta.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dottore!
Vorrei aggiungere che spesso leggo i suoi consulti e spesso ha dato anche a me delle risposte che mi hanno tranquillizzata tanto. La stimo molto
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Grazie, troppo buona.
Buona serata.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Scusi, un ultima cosa...un test nat (avis) eseguito al 16simo giorno dopo un rapporto, é definitivo al 100% per hcv e hbv?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
al di là della sicurezza del NAT test mi dica: ha comunicato al centro donazioni che 16 gg prima ha avuto un episodio a rischio?
Un NAT test a 15 gg è probativo, ma quando si dona il sangue ci sono dei canoni etici da rispettare.
Voglio sperare che lei l'abbia fatto.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Dottore, le spiego. Io nella mia eclettica ignoranza prima di donare non sapevo manco dell'esistenza dell'epatite c. Al questionario dell'avis ho comunicato le mie abitudini ecc..tutto con sincerità. Purtroppo quando mi hanno detto che tutti ovviamente possono essere malati e non saperlo, questo ha scattato in me un'ansia continua con ricerca continua di sintomi