Utente 461XXX
Buongiorno, mi permetto di rivolgermi a voi per avere un parere sulla mia situazione.
Sono un chitarrista professionista di 27 anni e da più di un anno ho una sofferenza del nervo ulnare che mi porta diversi e a volte grossi problemi nello svolgere la mia attività.
Circa un anno fa in fase di infiammazione acuta mi sono sottoposto ad ecografia con questo esito:

"Nervo ulnare sx oltre i limiti della norma (12mmsq) con perdita dell'aspetto fascicolare a livello del tunnel cubitale. Il nervo risulta compresso dal capo mediale del tricipite il quale sembra ipertrofico. Nelle manovre dinamiche il capo mediale del tricipite comprime il nervo ulnare facendolo sublussare sull'epitroclea."

Ho fatto anche un EMG che è risultata negativa.

Sono stato seguito da un ottimo medico specialista con cui abbiamo provato la tecnica conservativa, attualmente la situazione è sicuramente migliorata ma purtroppo non risolta. Ho effettuato un'altra ecografia circa due settimane fa con questo esito:

"Nervo Ulnare sx ai limiti della norma per dimensioni (8mmsq) con aspetto fasciolare nei limiti a livello del tunnel cubitale. Ispessimento dell'epinervio. Il nervo ulnare risulta compresso dal capo mediale del tricipite il quale sembra ipertrofico o con piccolo ventre accessorio. Nelle manovre dinamiche il capo mediale comprime il nervo ulnare facendolo sub lussare sull'epitroclea."

E' stato convenuto di aspettare ancora prima di intervenire chirurgicamente, attulamente io ho dolore e bruciore al gomito e ultime due dita della mano sinistra che mi crea problemi nel suonare.

Vorrei sapere se secondo voi una semplice Neurolisi su tutto il canale subitale potrebbe risolvere il problema o se, come mi è stato detto da un vostro collega, essendo il capo mediale del tricipe tra le cause principali della compressione, sarebbe opportuno intervenire anche su di esso magari con una neurolisi del nervo ulnare con epicondilectomia sec King e trasposizione posteriore della porzione mediale del tricipite responsabile dello scatto (questa è stata un ipotesi, voi cosa ne dite?)

Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità e confido in una vostra gentile risposta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

personalmente, ritengo la trasposizione anteriore un intervento "estremo", da riservare ai casi che non migliorano con la neurolisi.

Per prima istanza, io mi regolerei con una neurolisi, riservando la trasposizione solo in caso di risultato incompleto (ma è un mio parere).

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Grazir dottore per la sua gentile risposta. Ma lei intende la trasposizione del nervo? Perche' a me e' stata consigliata la trasposizione posteriore dsl capo mediale del tricipe essendo quello la causa della compressione
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK, io parlavo del nervo.

Se il Collega ritiene opportuno questo intervento, evidentemente ha i suoi motivi.
[#4] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio. La mia domanda era per capire se questo intervento sul muscolo e' effettivamente una pratica comune e cosa ne pensa, i motivo del suo collega sono che da ecografia la causa della compressione e' il muscolo quindi bisogna agire su quello. Se cosi e' non capisco il motivo per cui diversi medici mi stanno propinando la classica neurolisi. Vorrei affrontare un operazione essendo sicuro di fare la cosa giusta ed efficace grazie!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si è dato la risposta da solo.

Se lui è convinto che sia quella la causa, è lì che bisogna intervenire....

A me personalmente, però, non è mai capitato.