Utente 461XXX
Buongiorno,
Avrei bisogno di delucidazioni riguardo le malattie che possono essere trasmesse tramite rapporto sessuale non protetto.
Purtroppo mi è capitata la rottura del profilattico e c'è stato un contatto all'incirca di 1 / 2 secondi.
Sono un po' preoccupato psicologicamente di aver contratto qualcosa e ciò mi annebbia un po' la capacità di diagnosticarmi personalmente se effettivamente ho problemi persistenti, ma dopo un paio di giorni credo di aver un leggero bruciore al glande e particolarmente oggi mi è successo di urinare molto spesso anche se a livello di vescica non ne trovavo il bisogno.
Vorrei effettuare degli screen test presso l'ospedale, è trascorsa 1 settimana ma mi è sembrato di capire che i tempi per avere dei riscontri certi siano molto più lunghi cosa dovrei fare?
C'è la possibilità di fare gli esami ematici o anche una visita medica mi sembrerebbe il caso di effettuarli entrambi il prima possibile attendere il riscontro e ripeterli successivamente.
A cosa posso andare in contro? non mi sembra di avere arrossamenti solo un leggerlo fastidio come di calore sul glande.

Vi ringrazio in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se ha tutti questi legittimi dubbi si rechi in un centro MST della sua Città, dove verrà seguito da colleghi che ogni giorno si occupano di casi come il suo, nel pieno rispetto della privacy.
Lei personalmente non deve diagnosticarsi nulla, ma lasciare questa incombenza a medici che sanno quel che fanno.
Ci sono tempi ben codificati per fare i test per screenare le MST;
se c'è la necessità deve fare dei tamponi uretrali o una spermiocultura.
In alternativa può rivolgersi ad un infettivologo di sua fiducia.
Questo è quanto posso dirle per via telematica.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Buona sera,
Stamattina mi sono presentato presso l'ambulatorio Malattie a Trasmissione Sessuale, oltre alla ramanzina sui comportamenti a rischio mi è stato fatto il prelievo del sangue che può diagnosticare il mio stato di 3 mesi fà, senza nessuna domanda se presentavo sintomi anche se ho provato a riferirglieli non mi hanno dato risposta su cosa possa essere.
Mi hanno rassicurato se il contatto è avvenuto brevemente nel mio caso un paio di secondi ma ho un leggero bruciore al glande.
Questa sera ho trovato un dottore presso una farmacia che mi ha fatto un test su un campione di urine mi ha riferito che è tutto apposto sia ph, peso specifico e varie voci anche quella della presenza di infezioni risulta normale.
Mi ero presentato per acquistare un test che mi vendevano a quantità industriale riguardo le malattie infettive generico e immagino che lui abbia fatto lo stesso test, mi ha lasciato delle pastiglie da assumere mattina e sera, ma non sono ancora sicuro.
Cosa potrei fare? che visite? controlli più specifici di urine in ospedale?

PS.
in ambulatorio ho provato a chiedere qualcosa riguardo test sull'urina me lo hanno negato.

Grazie mille buona serata.