ptosi  
 
Utente 459XXX
Salve, da circa un anno ho un sintomo che non sono mai riuscito a descrivere correttamente ai medici tanto che ne hanno tratto le diagnosi più disparate, e che ora ha finalmente trovato una risposta.
In pratica camminando o alzandomi dopo essere stato chinato a terra, o ruotando il torace per parlare con qualcuno alle mie spalle o semplicemente spingendo con un dito sotto le costole a sinistra stando in determinate posizioni o ancora stendendomi a pancia sotto e respirando, avverto qualcosa, come una massa, che slitta in maniera fastidiosa sotto di esse. La mia impressione era come se il mio colon ballasse nel vuoto.
Ho iniziato ad avvertire questo sintomo subito dopo un brusco movimento in piscina (non so nuotare e stavo annegando così ho inarcato la schiena all'indietro) che mi provocò un dolore atroce che mi tolse il fiato, durato peró pochi secondi.
Ho eseguito ecografie, radiografie, e altri controlli e mi è stato dato del malato immaginario, qualcuno mi ha detto che era un sintomo della mia esofagite da reflusso (scoperta intanto durante una gastroscopia), qualcun'altro ha ipotizzato aria nel colon o costola fluttuante.
Da allora peró ho anche iniziato a notare striature di sangue sulle feci.
Ora sul referto di una colonscopia appena eseguita che ha evidenziato emorroidi congeste con segni di recente sanguinamento e una flogosi aspecifica rettale leggo 'ptosi del colon trasverso'.
Ho eseguito qualche ricerca e finalmente ho capito cos'è quel fastidio che mi porto dentro da un anno.
La mia domanda è, tornerà mai come prima? Posso/devo fare qualcosa per rimettere le cose a posto? Che problemi può causare?
Inoltre, premetto che non soffro di stitichezza, anzi frequentemente ho il problema opposto (feci molli) proprio da un annetto a questa parte, puó essere questa la causa delle emorroidi e del loro sanguinamento che non cessa da ormai un anno nonostante la mia alimentazione sanissima che ho adottato per l'esofagite?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Purtroppo devo deluderla in quanto non si può apprezzare con la palpazione addominale la ptosi del colon in quanto si tratta di un viscere cavo e non può dare alcuna sensazione al tatto a meno che non ci sia una massa. Quello che lei sente non è comprensibile, ma a quel livello c'è la flessura sinistra del colon che quando è molto distesa dal meteorismo può essere apprezzata come un rigonfiamento locale. Ad ogni modo non deve concentrarsi su un qualcosa che non è legato a patologie. La stipsi, invece, può essere alla base del prolasso emorroidario e del sanguinamento.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
salve dottore, grazie innanzitutto per la sua risposta. Forse mi sono espresso male, il punto è che io non soffro di stipsi, al contrario ho feci molli a periodi alterni (secondo i medici si tratta di colon irritabile) ...
In merito al sintomo, Lei dice quindi che non è la ptosi la causa? Io ho provato a spingere con le dita sia davanti che dietro la schiena alla stessa altezza e sento qualcosa muoversi e slittare al contatto con le costole nella zona anteriore, un po a sinistra dello sterno, pochi cm più in basso, tuttavia nessuna ecografia ha evidenziato nulla. Potrebbe trattarsi della curva del colon piena d'aria ormai da un anno? Spesso nello stesso punto sento tremare e se faccio un profondo respiro da seduto sento borbottare in quel preciso punto.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Lei può apprezzare solo il gonfiore del colon ma non la sua anatomia (ptosi).
[#4] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
quindi di cosa potrebbe trattarsi secondo lei? Aria? La colonscopia ha evidenziato 'spasmi persistenti in tutte le sedi esplorate', come dovrei agire? Premetto che sto seguendo attentamente una alimentazione e un tenore di vita antireflusso da diversi mesi e nonostante questo e i vari farmaci (pantorc 40mg e debridat/debrum) da qualche settimana ho anche la gola infiammata e le gengive sanguinanti, quindi ora anche la componente emotiva aggrava gli spasmi secondo me.
Ma come posso migliorare la situazione? Sono entrato in un circolo vizioso di farmaci e visite che non mi stanno aiutando...
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIBO VALENTIA (VV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Io starei calmo e smetterei di preoccuparmi.
[#6] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Mi impegno a farlo dottore ma l'inefficienza (almeno apparente) delle terapie mi spaventa. Temo di sviluppare dipendenza da certi farmaci (pantorc e debrum), ho letto che utilizzati a lungo provocano diversi problemi ed avendo solo 30 anni ho paura per il futuro.