Utente 459XXX
Buongiorno volevo chiedere delucidazioni in merito all'ascus, alla microfotocolposcopia e alla causticazione. Mi spiego meglio
Qual è la procedura corretta da eseguire in caso di esito Ascus da Pap test? Sul laboratorio analisi mi segnalavano la colposcopia, vorrei capire di cosa si tratta quanto dura come esame e che effetti ha.
Seconda domanda. La ginecologa a cui mi sono rivolta ha effettuato invece una microfotocolposcopia (durata al max 10 min)di cui in fondo vi allego descrizione. È la stessa cosa di una colposcopia? Tramite una sonda interna mi ha fatto vedere alcune immagini della cervice (non mi pare che abbia usato tamponi o liquidi particolari) che evidenziavano micro lesioni nella zona centrale a suo dire da causticare. Ora vorrebbe ripetere la microfotocolposcopia perché è passato un po' di tempo prima di procedere alla Causticazione.
Terza domanda. Anche per la causticazione vorrei sapere di cosa si tratta e che rischi e conseguenze ha, se è l'unica procedura possibile e che controlli dovrei fare dopo (come tempistica e analisi).
Di seguito vi riporto la descrizione della microfotocolposcopia che mi ha dato la dottoressa :

Microfotocolposcopia
Questo sito vuole fare il punto su alcune tecniche importanti per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero e in particolare focalizzare l’attenzione sulla microcolposcopia.

La microcolposcopia è una tecnica che, avvalendosi di un particolare apparato ottico, il microcolpoisteroscopio di Hamou, permette di vedere le cellule anomale direttamente sul collo dell’utero e nel canale cervicale.

L’apparecchio è in pratica un endoscopio rigido di 4 mm. lungo 25 cm. con un angolo di campo di ben 90° con possibilità di visione sia panoramica, sia a diretto contatto con il tessuto, permette un ingrandimento da 1 a 150 volte. Quindi si ha una visione che va da quella di un normale colposcopio a quella di un microscopio ottico.
La microcolposcopia va effettuata quando dal Pap test e dalla colposcopia non si riesca a definire bene una lesione e quando si sospetti la presenza di cellule anomale all’interno del canale cervicale. Questa tecnica permette di descrivere le caratteristiche citologiche delle cellule, i margini e le dimensioni delle lesioni tracciando una vera e propria mappa topografica del tessuto anomalo. Dal punto di vista chirurgico si ha la possibilità di effettuare un trattamento più corretto e meno invasivo. Simile come metodica al pap test è indolore
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'ASCUS ( cellule SQUAMOSE di natura non ben determinata) va gestita eliminando il dubbio di una infiammazione, di una infezione e sottoponendo la paziente ad un esame COLPOSCOPICO.
Si ricorre alla microcolposcopia , soltanto in caso di GSC (giunzione squamo - colonnare) non evidenziata e quando il CITOLOGO indica presenza di cellule ghiandolari del canale cervicale di natura non chiara e in tal caso si parla di AGUS (cellule ghiandolari di natura non ben determinata) e non di ASCUS.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Mi scusi dottore, potrei inviarle in qualche modo esiti della microfotocolposcopia?
Mi sarebbe di grande aiuto
[#3] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Di seguito le riporto i dati risultati da esame:

ESITO ESAME MICROCOLPOSCOPIA:
PATOLOGIA PRESENTE LEUCORREA
ZONA DI TRASFORMAZIONE NORMALE NTZ IODOSCURA INCOMPLETA
GRADO 1(EPITELIO BIANCO SOTTILE) MOSAICO REGOLARE PUNTATO REGOLARE
EROSIONE E COLPITE
ESAME VOLVOSCOPICO REPERTO NORMALE
NESSUN PRELIEVO CITOLOGICO O BIOPTICO

Sono un po' in ansia e non so che pensare, la prego di indicarmi come comportarmi.
Il medico mi ha sottoposto a causticazione dicendo di ripetere semplicemente Pap test tra 40 gg e di nuovo causticazione se si dovesse ripresentare l'Ascus. Tra un paio di mesi vorrebbe eseguire anche test per papilloma virus.
Da qualche giorno sento un forte calore alle gambe e un dolore nell'area inguinale ma il medico dice che è normale.
Sono molto confusa, anche perché col ginecologo sto capendo poco e altre persone che hanno avuto problemi simili mi hanno tutte detto di fare cose diverse.
Mi aiuti lei la prego
[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' difficile valutare l'operato del Collega senza una valutazione personale, oltretutto la diatermo- coagulazione (nota come "causticazione" ) è stata eseguita e non si può tornare indietro.
[#5] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Quindi ripetere il pap test tra 40 giorni è inutile? Dovrei eseguire altri esami nel frattempo?
Mi scusi se sono assillante ma se mi sono affidata a quel medico è perché pensavo di potermi fidare. Scoprire all'improvviso che invece l'iter dovrebbe essere un altro e sentire opinioni così contrarie a quanto ho fatto da professionisti come lei mi lascia a dir poco atterrata.
Cosa mi consiglia di fare in tutta onestà?
[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ripetere il pap test almeno dopo TRE MESI dalla diatermocoagulazione , prima non ha senso.
Eseguire dopo una colposcopia di controllo.
[#7] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Quindi la microcolposcopia a cui mi ha sottoposto il medico non è sufficiente e paragonabile a una colposcopia?
E questo che conseguenze potrebbe avere per me?
Mi scusi se sono ripetitiva ma ho mille angosce e paure.... Pensavo di aver fatto tutto bene e invece....
[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La COLPOSCOPIA si esegue con il COLPOSCOPIO
La MICROCOLPOSCOPIA si esegue con un particolare ISTEROSCOPIO .
Non ho la possibilità di comprendere quale esame le hanno praticato.
[#9] dopo  
458158

Cancellato nel 2017
Gentile signora
l'ASCUS va gestito con lo SCREENING E TIPIZZAZIONE DEL VIRUS DEL PAPILLOMA (HPV). In ottimi laboratori la diagnosi di ASCUS deve incidere in non più del 5% degli strisci. La negatività del test del papilloma la fa stare tranquilla.

Cordialmente
Dott. Angelo Tocci
Ginecologo Andrologo Sessuologo
[#10] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Sono molto I ansia perché mi fidavo del medico. Evidentemente ho fatto male.
Ho bisogno di chiedere anche un'ulteriore consulto. Da alcuni giorni avverto una forte pressione al basso ventre, vado spesso a far pipi e sento l'inguine dolorante e caldo un calore che si estende anche all'interno coscia, mi sento la pancia gonfia e un po' dura e se mi tocco alle volte sento un dolore come una puntura. Premetto che il 7/7 sono stata sottoposta a raschiamento alla 9 settimana e che da allora il ginecolo mi ha visto già tre volte e mi ha segnato visti i sintomi recenti una compressa di ananase 3 volte al giorno per 10 giorni (oggi sono al quarto giorno). L'altra sera sono andata per il dolore e la preoccupazione anche al Ps ma il medico mi ha fatto una visita di 8 minuti in tutto palpandomi la pancia ed eseguendo una ecografia transvaginale: secondo lui non c'è problema perché è passato tempo dal raschiamento e ho avuto anche il primo ciclo l 11/08 sebbene fosse durato poco più di tre gg, ha aggiunto che per lui è solo un problema intestinale e mi ha trattato quasi come una paranoica.
Io continuo a temere il peggio, non so un'infiammazione, un'infezione o qualche complicanza dell'intervento ma nessuno sembra volermi ascoltare, mi guardano e mi dicono che sto bene. Che dovrei fare secondo voi? Sto andando davvero in ansia
[#11] dopo  
458158

Cancellato nel 2017
Salve
i suoi sintomi non sono riferibili al discorso ASCUS.
Consulti un ginecologo di sua fiducia.
Cordialmente
Dott. Angelo Tocci
Ginecologo Andrologo Sessuologo
[#12] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Queste situazioni vanno valutate con una accurata visita vagino-addominale
[#13] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Dopo la passeggiata inutile al Ps (visita di 8 minuti in tutto) in cui il medico mi suggeriva un problema intestinale, ho fatto un'altra visita più approfondita e mi hanno diagnosticato una brutta cistite?
È possibile che giustifichi tutti i sintomi compreso il forte calore alle gambe e il dolore/gonfiore all'inguine e alla pancia?