Utente 384XXX
Buongiorno, tra due giorni dovrò sottopormi ad un intervento di asportazione di due nei.
Nel foglio che il medico mi ha consegnato, è stato sottolineato quello che è possibile fare (nel mio caso fare colazione prima dell'intervento e assumere la terapia farmacologica abituale) e barrato quello che non dovrebbe essere inerente al mio caso. Tra queste voci c'è anche quella di interrompere aspirina et similia almeno 10 giorni prima dell'intervento. Immagino che questa voce sia pertinente ad interventi più invasivi.

Tuttavia mi ha messo la pulce nell'orecchio, dato che ieri ho assunto una pastiglia di Vivin C per un raffreddore. Potrebbe crearmi dei problemi in vista dell'intervento tra due giorni?

Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
l'assunzione del farmaco potrebbe essere del tutto ininfluente, ma va comunque segnalata prima della procedura.
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott. Piscitelli,

La ringrazio per il suo rapido riscontro. Non riesco a contattare la clinica dermatologica, alla quale volevo rivolgere la seguente domanda: in caso di febbricola/febbre, è il caso di sottoporsi comunque alla procedura o sarebbe meglio rimandare?

Ho aspettato tanti mesi, e non vorrei posticipare ancora.

La ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Sono condizioni che investono la discrezionalità dell'operatore.