Utente 461XXX
Buonasera. vorrei raccontare la mia storia per avere chiarimenti e magari rassicurazioni perchè da 2 settimane sono in uno stato di forte ansia. Nei mesi di giugno luglio e agosto ho avuto 9 rapporti orali passivi con persone a rischio senza preservativo, l'ultimo il 12 agosto. Fino ad allora non ho mai avuto sintomi di hiv o mst varie poi circa 1-2 gg dopo l'ultimo rapporto ho cominciato a vedere spuntare dei pallini rossi sul glande e da li ho iniziato a preoccuparmi. Il gg dopo mi sono recato dal medico di base che mi ha prescritto una pomata(tracovort) da mettere sul glande perchè secondo lui era irritazione da sfregamento. Mi sono fatto prescrivere anche analisi del sangue, hiv ed epatite c. Mettendo la pomata ho notato che i pallini sparivano ma non mettendo nulla qualche giorno dopo vedevo come delle macchie rosse spuntare nella zona del prepuzio che sparivano mettendo la crema. Sottolineo che non mi provocavano prurito ne fastidio. Comunque qualche giorno dopo ho fatto i test risultati tutti negativi e analisi del sangue e urine senza problemi. Ora a distanza di una settimana dai referti nonostante continuassi a mettere la crema ho notato delle vene/capillari molto scuri, sul violaceo, sull'asta del pene sul prepuzioe sullo scroto che si evitenziano tirando la pelle che sono sicuro non ci fossero prima o comunque non fossero così accentuate. Ho riscontrato anche un forte arrossamento di glande(la corona diventa viola) prepuzio a pene eretto e dello scroto. Da qualche giorno poi sento fastidio/dolore al basso ventre (simile a quando si ha la diarrea che comunque non ho) e ai testicoli ( che sento un pó gonfi e appesantiti) se spingo un pò nel basso ventre sento dolore soprattutto sul lato sinistro. comunque le vene/capillari così scuri e il glande e prepuzio arrossati in erezione mi hanno fatto preoccupare parecchio e ora sono un pò in ansia...urinare e defecare non mi provoca nessun fastidio. E sia feci che urine sembrano a posto come sempre. Secondo le vostre esperienze questi sintomi a cosa possono essere riconducibili? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
scusi dopo quanto tempo dall'ultima delle 9 fellatio ha fatto il Test HIV I-II di IV generazione?
Ha fatto passare almeno 40 gg?
Inoltre il suo medico ha fatto un grosso strafalcione terapeutico: non si prescrive mai un cortisonico topico senza aver fatto prima diagnosi seriamente: ne risulta poi alterato il quadro obiettivo con problemi nella diagnosi clinica.
Avrebbe fatto meglio a fare un tampone balano - prepuziale. Sarebbe satato assai più utile.
Se ne ha voglia mi faccia sapere.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
Dall'ultima fallatio una settimana più o meno... diciamo che a meno di un mese dalle analisi i fallatio saranno più o meno 4.. gli altri tutti coperti da almeno un mese o piu dalle analisi... comunque ho già in mente di fare un altro test hiv ad ottobre anche se ho letto ovunque che i fallatio sono a rischio (seppur basso) solo per la persona che esegue il fallatio perchè lo sperma ha grossa carica virale. Mentre chi lo riceve rischia 0 se non ci sono abbondanti perdite di sangue perchè la saliva non ha carica virale sufficiente per infettare quindi in teoria l'hiv non dovrebbe essere un problema. Sono più preoccupto di aver preso qualche mst come clamidia, gonorrea, hpv ecc.. i sintomi da me descritti secondo lei a quale delle mst potrebbe essere associata? Ripeto che non ho prurito o fastidio sul glande. Solo grande rossore su glande prepuzio e scroto unito a vene/capillari molto evidenti sia rosse che scure sul viola su scroto prepuzio e asta. E da 3 giorni sento fastidio al basso ventre a sinistra e ai testicoli. Come se fossero in pó gonfi. Ah e ho anche notato qualche problema a digerire. Mangiando poco (rispetto a quanto mangiavo poco tempo fa) ora sento una sensazione di pienezza prima di aver finito il pasto e se spingo sullo stomaco mi provoca abbastanza dolore. Soffro anche un pochino di flatulenza ultimamente. Comunque Grazie per la risposta intanto
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Il test HIV eseguito a 7 gg dall'ultima fellatio non le serve a nulla.
Lo deve ripetere, se vuole, a 40 gg.
Chi riceve la fellatio rischia molto poco in termini di trasmissione di HIV ma non rischia zero.
Le consiglio per tutti gli altri suoi dubbi di rivolgersi ad un centro per MST della sua città o ad un Infettivologo o Andrologo di sua fiducia.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.