Utente 461XXX
Buonasera, mi chiamo Dario ed ho 23 anni.
Nel mese di giugno (06/06/17) sono stato ricoverato in seguito al riscontro di una falda di pneumotorace a sinistra all'ingresso non meritevole di drenaggio toracico. Il successivo controllo ha evidenziato un lieve peggioramento che ha indotto i medici in data 07/06/17 al posizionamento di drenaggio toracico. In data 09/06/17 sono stato dimesso con posizionamento " a parete del polmone" .
In data 28/08/17 la tac ha evidenziato una piccola bolla subpleurica a sinistra a livello dell'arco laterale della seconda costa con diametro assiale di circa 9 mm.
Pervie le vie aeree principali.
Regolare delineazione delle strutture mediastiniche.
Non tumefazioni linfonodali a livello del mediastino ed in sede ilare bilaterale. Cavità pleuriche libere da versamento.
Con questo esito, ci sono alte probabilità di recidive?
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luciano Solaini
20% attività
8% attualità
12% socialità
RAVENNA (RA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile utente
Il suo caso è piuttosto comune negli ambienti di Chirurgia Toracica. Lei ha presentato un pneumotorace spontaneo causato da rottura di una piccola bolla dell'apice polmonare. E' stato trattato con drenaggio pleurico. Qualora si presenti una recidiva è consigliato l'intervento che a tutt'oggi è effettuato ovunque con chirurgia mini-invasiva.
Per quanto riguarda la possibilità di recidiva essa è intorno al 40-50%. Non esistono mezzi o precauzioni per evitare una eventuale recidiva per cui le consiglio di svolgere la sua vita come se non avesse mai avuto niente e, qualora le ricapiti, si faccia operare.
Se fa sport estremi o il sub, invece, le consiglio di farsi operare poiché la recidiva in condizioni molto avverse può essere molto grave.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 461XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la sua consulenza !