Utente 461XXX
Gentili Ortopedici,

vi scrivo per un problema che riscontro da diverso tempo: attualmente ho 27 anni e dal 2014/inizio 2015 riscontro un dolore retroscapolare costante si trova più spostato sulla destra. E' un dolore che aumenta in certe posizioni (es: s emi sdraio sul lato sinistro stranamente), alcuni giorni c'è poi saprisce per tornare. Addirittura sembrava esserci una correlazione alcol-dolore che fece sospettare anche il fegato (non sono bevitore assiduo, ma una volta esagerai con l'alcol e il dolore si accentuò). Bevo una birra al mese al massimo e ho preso nella mia vita solo 3 "sbronze": non sono bevitore assiduo in sostanza.
E' un dolore sordo e in realtà profondo che ha fatto sospettare di tutto anche al mio curante che mi a prescritto i più disparati esami possibili:
- problemi polmonari: eseguita lastra, spirometria, prove allergiche (nulla), mantoux (negativa)
- al fegato: ecografia nella norma, via biliari: ok, esami ematici perfetti
-posturali: visita ortopedica con lastre toraciche recedentemente prescritte dal curante al punto 1: nulla schiena prfetta, ipotizzò un dolore differente nevralgia di parete.

Ad oggi non si è arrivati a capo di nulla, giusto ieri sono andato al mare e nuotando ho notato che si è ripresentato il problema, pareva irradiarsi dalla spalla destra dovuto al movimento rotatorio. Il problema è che quessto dolore è abbastanza fitto, non mi permette di respirare tranquillamente perché non è fortssimo ma costante, sono tornato dal medico che ha prescritto altra RX (questa volta alla spalla), mi piacerebbe prima però sentire un parere ortopedico ed eccomi qui: per un problema di dolore di questo tipo, insorto dopo movimento: è obbligatoria RX o si potrebbe eseguire d'apprima ecografia osteo-articolare (forse più specifico come esame trattandosi di articolazione)?
Voglio dire, forse l'ecografia è più specifica e magari mi risparmierei qualche radiazione ionizzante, però, vorrei prima sentire un parere ortopedico perché se mi dite che tutto inizierebbe da RX comunque e solo dopo si passerebbe ad ecografia non starei a prenotare una visita ortopedica privata e aspetterei prescrizione del curante di visita ortopedica dopo questa RX. Se invece la ecografia ossea o osteo/articolare mi dite che sarebbe più specifica e più risolutiva sul dubbio diagnostico allora andrei d'apprima a fare quest'ultima.

Grazie dell'aiuto gentili dottori e per il vostro aiuto volontario sul sito nei nostri confronti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gianni Nucci
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Lasci stare gli esami, solo la visita può capire da quale struttura parte il dolore (a volte si tratta della scapolotoracica, che non è una vera articolazione).
Vada da un bravo ortopedico e si faccia visitare. Saluti
[#2] dopo  
461355

dal 2017
Grazie Dottore, seguirò il suo consiglio; cosa che pensavo proprio di fare: andrò a fare visita ortopedica prima e vediamo cosa dice e aspetterò di fare l'RX prescritta dal medico di base. Grazie del consiglio!
-------------------------------
Uscendo da tale discorso,
Siccome il medico di base mi ha messoin testa il "tarlo" della possibile articolazione, nel caso anche l'ortopedico avesse questa iptesi diagnostica (cioè che sia dell'articolazione della spalla), le volevo chiedere giusto per capire di cosa si parla, come accertamento secondo lei è obbligatoria RX o si potrebbe eseguire d'apprima ecografia osteo-articolare (forse più specifico come esame trattandosi di articolazione)?
Così posso parlarne e chiarirne in sede di visita ortopedica.

Grazie per aiutarmi a capirci un po' meglio:)
[#3] dopo  
Dr. Gianni Nucci
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Entrambe sono spesso inutili. Sarà lo specialista a chiedere esami mirati.
Saluti