Utente 462XXX
Buonasera, vorrei un consulto per la mia situazione :
in data 13 agosto c.a., tirando due calci al pallone dopo un contrasto ho riportato una frattura composta del V° metatarso, con immobilizzazione del piede con "doccia aperta" per giorni 15.
Dopo 18 giorni mi sono recato in ospedale per la visita di controllo e la rimozione del gesso. Durante la visita, visita a dir poco sbrigativa, il medico, ad una mia esplicita richiesta, non riteneva opportuno effettuare un secondo esame radiologico, ne tanto meno mi invitava ad utilizzare un tutore, diversamente da quello che mi era stato scritto sul referto del pronto soccorso (30 gg tutore).L'unica cosa che il medico mi riferiva era quella di continuare a camminare con l'ausilio delle stampelle e di caricare il peso gradualmente.
Ad oggi faccio fatica anche ad appoggiare solo il tallone in quanto percepisco come delle scosse elettriche sulla parte in appoggio, e inoltre ho ancora del dolore sulla parte interessata.
In attesa di recarmi da uno specialista, che mi possa dedicare almeno dieci minuti del sul tempo, volevo anche chiedere se devo o meno acquistare un tutore e soprattutto quale.
Grazie mille per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Mattei
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
prima di acquistare qualcosa senta lo specialista e chieda per esempio se è necessario eseguire una radiografia di controllo.
Da quanto esposto mi pare di capire che la frattura fosse composta e quindi probabilmente la guarigione è avvenuta correttamente.
Ci tenga informati.
Cordiali saluti