Utente 219XXX
Salve gentili specialisti
intendo riferire un fatto accadutomi stanotte, che non mi era mai successo. Mi capitò in passato di avere acufeni, ma di carattere e sembianze assai diversi da quello che ora vado a scrivere, inoltre i problemi di acufeni sono spesso stati sull'orecchio sinistro, dove molti anni fa ebbi un paio di perforazioni timpaniche ed otite, e comunque mai si sono presentati come ora. Invece ora riguarda esclusivamente l'orecchio destro. Alle 4 di questa notte, mi sono svegliato all'improvviso e per ca 15 minuti ho sentito battere, vibrare, è pure difficile spiegare, pareva che il timpano si muovesse avanti / indietro con una frequenza ca 2 - 3 volte quella cardiaca, e con un cero rumore, pareva una ventosa. Poi quasi improvvisamente è calata frequenza ed intensità, sino a farsi come un lieve rumore ovattato, però quasi sempre continui, un rumore a volte percepito tipo come apri i chiudi molto la bocca, insomma il movimento dell'aria. Certamente un po' di cerume ci sarà, inoltre io sono portatore di byte e in effetti negli ultimi tempi non l'ho portato molto, non so se quello può essere un motivo. Mi chiedo da cosa può dipendere, io ho scritto "timpano" perché l'idea che mi sono fatta è che il timpano vibrasse in modo come "parossistico", però non so..che sia un muscolo o un ossicino interno che determina tale percezione? e comunque, è più di una percezione
Ringrazio e saluto cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Salve , quanto prima pratichi una visita specialistica corredata da esame audiometrico ed impedenzometrico, almeno in una prima fase . Sulla scorta dei risultati ottenuti sara' possibile costruire una diagnosi. Al momento le ipotesi possono essere varie e da verificare.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Salve dottore, leggo solo ora, La ringrazio per il consiglio
Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Saluti a lei.
[#4] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Salve dottore
ieri ho effettuato la visita ORL per il problema che all'orecchio destro sentì improvvisamente come una membrana vibrasse in modo parossistico, e come si pensava l'otorino mi ha prescritto un controllo audiometrico ed impedenzometrico.
Volevo capire una cosa, nell'orecchio dx in cui ho avvertito il problema recente, l'otorino ha scritto "MT nella norma", nell'altro orecchio, che qualche decennio fa subì 2 perforazioni timpaniche per cause traumatiche e sovrapposte otiti purulente, ha scritto "MT retratta". per caso significa che è in tensione verso l'interno, cioè spostata indietro? e questo cosa mi comporta? devo dire che negli audiogrammi di controllo passati, un pò datati ormai, non c'era una significativa differenza di udito tra i 2 orecchi, un calo un pò bilaterale sulle alte frequenze.
Aggiungo questo, che durante la visita non ho certo insistito per sapere i motivi di questa improvvisa comparsa di rumore vibrante percussivo, ho specificato bene la dinamica ed evidenziato che non mi era mai accaduto prima, però l'otorino non mi ha detto una parola sulla possibile spiegazione di questo episodio.
Saluti cordiali
[#5] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
"MT retratta"....e' il risultato delle precedenti perforazioni timpaniche . Nulla di allarmante tuttavia.
Le avevo gia' consigliato di praticare gli esami che poi le sono prescritti.
Adesso abbia pazienza ed esponga tutto e in maniera chiara al collega che la segue .
Saluti
[#6] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Grazie dottor Moccia
lo farò...
abbia pazienza, mi è sorto un dubbio, banale ma sempre dubbio è. Ho letto che la impedenzometria non è consigliata cioè non andrebbe eseguita in caso di perforazione timpanica, si riferisce (come penso e spero) a episodi recenti, oppure non va proprio fatta se uno ebbe perforazioni alla mebrana del timpano? perchè il mio orecchio sinistro cioò la membrana timpanica, ebbe 2 perforazioni, avevo 20 e 21 anni, insomma di tempo ne è trascorso...
Saluti cordiali
[#7] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
"non andrebbe eseguita in caso di perforazione timpanica, si riferisce (come penso e spero) a episodi recenti, " esatto....e comunque dopo visita specialistica ....
Saluti
mi faccia sapere se vuole
[#8] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
Gentile dottor Moccia...
non per pignoleria, ma per capirci, e almeno dalla maggiore età, ho la buona abitudine di conservare tutti i referti medici di ogni tipo..
Sono andato nella cartella ORL ed ho tirato fuori uno dei vari fogli, anche che si passavano tra medici....il trauma ovvero la perforazione timpanica avvenne il 01/09/1979, all'interno dell'aeroporto militare, causata da un collega aviere di leva che giocava con una pallina da tennis contro un muro, io ero adebita distanza ma sta di fatto che la pallina dal muro rimbalzò centrandomi l'orecchio sx! Dunque, uno specialista scrive ad un altro otorino: "Caro X, ho visto oggi il signor Y da te inviatomi. L'E:O mette in evidenza che la perforazione occorsa in settembre è in fase di avanzata cicatrizzazione (è chiusa ma ancora la neo membrana è estremamente sottile). L'E. audiometrico è lievemente migliorato sui toni medio bassi. Il timpanogramma è normale se pur con una aumentata compliance (per la flacidità) i riflessi sono dubbi. Per una diagnosi definitiva è meglio fare un controllo tra qualche mese, nel frattempo userei Varidase x 4 x20 gg".
Queste righe (le uniche senza data) risalivano a circa metà novembre 1979. Solo una cosa, mi preme. Qui si parla di timpanogramma eseguito, che dovrebbe corrispondere a una impedenzometria, è così? allora voglio dire - visto che l'impedenzometria abbiamo detto che è sconsigliata post - perforazione, ma non era un pò troppo presto (2 mesi poco più) per farmi quell'indagine? o forse che quella volta non usavano certe "accortezze", tipo di non fare impedenzometrie post - trauma, mentre ora gli ORL si sono più "raffinati" e sono diventati più attenti? potrebbe avermi danneggiato un timpanogramma dopo 2 mesi dalla perforazione? dico 2 mesi, ma ora leggo che nel referto originale dell'ospedale reparto ORL, nel "Certificato di degenza" scrissero "Controllo audiometrico fra 30 gg"..e alcune date non sono proprio ben decifrabili, quindi o 1 mese o 2, i tempi furono quelli...non tema di dire se mi causarono danneggiamento, tanto qua a volte mi sento il ricettacolo di insulti subiti dal caro prossimo! ne avrei da raccontare, lassamo sta! per la cronaca ORL, l'anno dopo, il 2 agosto 1980 (già, proprio quel giorno lì..) una mia non proprio mingherlina parente mi saltò addosso all'improvviso da dietro per giocare ai "cavalloni marini" tra le onde, andai giù improvvisamente sott'acqua, e subì altra perforazione, "perforazione timpanica con sovrapposta otite purulenta"..
Saluti cordiali