Utente 118XXX
Sono ossessionato dalla bilirubina,questo componente della bile non mi da tregua,tutte le volte che faccio l'analisi del sangue il suo valore risulta sempre alto.Solo una volta 5 mesi fa dopo aver fatto una dieta rigorosa il suo valore era nella norma.Premetto che ho un calcolo alla colecisti di 1,5cm ma non credo dipenda da questo.Proprio oggi ho avuto i risultati degli ultimi analisi fatti:bilirubina tot.3,50-bilirubina diretta 0,63-le transaminasi vanno bene,leggermente alte fosfatasi alcalina(148)e gammaG.T.(66).Mi sono fatto l'ecografia epatica e anche quella va bene;fegato pancreas e vie biliari sono regolari.Il mio medico mi ha consigliato una visita specialistica presso un centro di malattie infettive(sono preoccupato anche se i markers dell'epatite sono tutti negativi).Da cosa potrebbe dipendere tutto ciò?Dovrò riprovare a mangiare eliminando tutti i grassi oppure come ho letto da qualche parte si tratta di sindrome di Gilbert? Grazie per una risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se si tratta di sindrome di Gilbert non deve fare nulla, i risultati dell affosfatasi alcalina pero' orientano verso un problema diverso e la litiasi potrebbe avere qualche responsabilita'.Auguri!
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2006
Anch'io credo che non si tratti di sindrome di Gilbert visti i risultati dell'esami del sangue ma allora cosa intende per problema diverso? E soprattutto che rimedio ci potrebbe essere?
[#3] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
La sindrome di Gilbert non desta preoccupazioni cliniche. Piuttosto dovrebbe valutare l'eventuale trattamento della calcolosi della colecisti visto le pur lievi alterazioni enziamtiche.
Cari Saluti
Dott. Attilio Nicastro